Arvalia

XI Municipio, Garipoli: “Oggi come ieri, no alla bandiera lgbt”

"L'ennesima forzatura del presidente Veloccia"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Come volevasi dimostrare, a distanza di mesi, si riaccende la polemica sull'esposizione della bandiera Lgbt nelle aule istituzionali dei municipi di Roma Capitale. Così come previsto dalla mozione capitolina numero 63 del 20 ottobre 2013, dal 12 al 18 maggio Roma ospiterà in Campidoglio e in tutti i municipi la bandiera rainbow per manifestare la propria vicinanza verso i diritti delle lesbiche, gay, bisessuali, transessuali (Lgbt).

Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale, ribadendo la propria contrarietà all'iniziativa, denuncia con forza l'irregolarità dell'atto con il quale il Municipio XI prevedeva nel mese di Gennaio, e non di Maggio, l'esposizione della bandiera "Rainbow" presso la propria sede.

L'ennesima forzatura del presidente Veloccia al quale ricordiamo come le questioni della Famiglia e della cultura "gender" siano di estrema importanza per noi nel dibattito politico municipale, come testimoniano le mozioni di Fratelli d'Italia sulla bandiera della Famiglia, mai discussa, e quella sul Progetto "La scuola fa differenza" che si discuterà in Consiglio fra pochi giorni.

Anziché perdere tempo a riproporre per la seconda volta una bandiera in Municipio, invitiamo il presidente Maurizio Veloccia a prendere in considerazione seriamente le idee, gli atti e le posizioni dell'opposizione. Ormai dovrebbe sapere che rincorrere il sindaco Marino, incapace di governare Roma, non paga.

Lo dichiara in una nota Valerio Garipoli, capogruppo di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale e Presidente della Commissione Controllo, Garanzia e Trasparenza in XI Municipio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

XI Municipio, Garipoli: “Oggi come ieri, no alla bandiera lgbt”

RomaToday è in caricamento