menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trullo, dopo le demolizioni serve la riqualificazione: dieci giorni di tempo per fare le proposte

Regione Lazio e Ater hanno lanciato un appello ai residenti: devono scegliere la futura destinazione della collinetta di Monte Cucco

Dieci giorni di tempo per avanzare delle proposte di riqualificazione. Ater e Regione Lazio hanno deciso di coinvolgere i cittadini nella sistemazione della collinetta di Monte Cucco.

Uno spazio liberato dagli abusi edilizi

Per anni in via Piero Calamandrei, subito dopo il centro anziani, alcune famiglie hanno vissuto in delle abitazioni abusive. A fine febbraio sono state demolite ed i suoi abitanti sono stati trasferiti in altri alloggi Ater, sempre nello stesso quartiere. Adesso bisogna riqualificare quell’area dove oggi è presente una ripida scalinata. Va sistemata, per consentire di ricucire una cesura tra Monte Cucco a l’abitato sottostante del Trullo.

L'area da riqualificare

“L'area verde resa ora disponibile costituisce un'importante opportunità per il Quartiere del Trullo di riqualificazione favorendo la progettazione di spazi per lo svolgimento di attività ricreative, sportive e di ristoro dedicate a giovani e alla terza età, che si aggiunge al Parco Giochi (Caterina Cicetti) per i più piccini già realizzato nel corso del 2020” ha spiegato l’Ater di Roma.

Un processo partecipato

Per rilanciare lo spazio, com’era stato fatto anche in occasione di piazza Caterina Cicetti, l’azienda territoriale di edilizia residenziale e la Regione hanno deciso di puntare su un processo partecipato. Per questo è stato lanciato un sondaggio, tra i residenti, che mira ad scegliere quale sia l’intervento più adatto alla zona dove, fino a qualche settimana fa, sorgevano gli edifici abusivi.

Le tre proposte di riqualificazione

Le opzioni sono tre. La prima prevede la realizzazione di “spazi sportivi-ricreativi per giovani da dieci anni in sù”, ad esempio realizzando un’area fitness attrezzata, una campetto da basket o una struttura per lo skateboard. La seconda opzione è legata ad una fascia più delimitata di residenti: quelli che avendo un amico quadrupede in casa, sentono il bisogno di un’area cani. La terza ipotesi di riqualificazione, invece, prevede la realizzazione di un “Punto Ricreativo e Ristoro” per gli anziani. Il sondaggio è stato lanciato il 3 aprile ed ai residenti sono stati concessi 10 giorni per effettuare le proprie scelte. La scelta di cosa fare d’uno spazio degradato, a questo punto, passa anche per le decisioni dei cittadini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento