Venerdì, 24 Settembre 2021
Trullo Trullo / Via del Trullo

Ex Caserma Donato, niente isola ecologica: al Trullo arrivano Archivio di Stato e Carabinieri

Approvato il PRINT: al Trullo arriveranno aree verdi, strade, un Archivio di Stato ed una stazione dei Carabinieri. Veloccia: "Vogliamo riqualificare il quartiere". Replica Garipoli (FdI): "Ed i tempi di realizzazione?"

Niente profughi, nè isole ecologiche. Il destino dell'ex Caserma Donato, sembra diverso da quello temuto. Molto diverso. Sarà parte integrante di un progetto finalizzato alla definitiva riqualificazione del Trullo. Questa, almeno, è l'intenzione dichiarata dal Presidente del Municipio XI e dalla sua Giunta.

LE OPERE PREVISTE - L'approvazione del progetto è avvenuta nell'ambito del PRINT XVa8 Magliana e prevede la realizzazione della nuova sede dell’Archivio di Stato,  una stazione dei Carabinieri e  strutture pubbliche a servizio del quartiere. Ci saranno inoltre nuovi spazi verdi attrezzati e officine o locali artigianali per l’avvio di nuove imprese. Il progetto prevederebbe anche l’adeguamento e la messa in sicurezza di via del Trullo; l’adeguamento degli incroci stradali tra Via del Trullo, Via Tempio degli Arvali, via Colle Salvetti e tra via del Trullo e via del tempio di Dia; la realizzazione di parcheggi pubblici e spazi pedonali attrezzati, presso gli accessi al Parco di Monte Cucco; la realizzazione di spazi urbani, piazze, attrezzature sportive e parcheggi, fruibili dal quartiere; la realizzazione di percorsi ciclopedonali di collegamento con la borgata storica del Trullo, con gli accessi al Parco di Monte Cucco e con la rete ciclabile primaria; la messa in sicurezza del percorso pedonale di connessione con la stazione ferroviaria Magliana linea FL1; il mantenimento della maglia urbana individuata anche dai filari alberati all’interno della Caserma Donato.

LA RIQUALIFICAZIONE DEL TRULLO - “L’approvazione di questo progetto pone delle basi importantissime per la rigenerazione urbana e sociale del Trullo – ha commentato  il Presidente del Municipio Roma XI, Maurizio Veloccia – Il documento, infatti, delinea uno scenario avente una forte valenza di sviluppo sociale, di valorizzazione del territorio e di soddisfacimento degli interessi della collettività. Penso alle nuove destinazioni della ex Caserma Donato, che consentiranno di creare una cerniera morfologica e funzionale tra la borgata storica del Trullo, a nord, e la Riserva Naturale Valle dei Casali, a est e rappresenteranno un’occasione di dialogo tra parti di territorio isolate e prive di connessioni e continuità morfologica e funzionale - continua - Dopo l’inaugurazione del parco giochi a Via Ventimiglia, realizzata nell’area, bonificata e messa in sicurezza, dove fino poco tempo fa c’era il vecchio e cadente Bocciofilo con strutture in lamiera e coperture in amianto, proseguiamo quindi nell’obiettivo di riqualificare il Trullo. Nessuna isola ecologica e nessuna ipotesi di ricovero per rifugiati, quindi, come qualche gufo aveva pronosticato, ma un futuro di riqualificazione e recupero urbano come, insieme all'Assessore Giovanni Caudo avevamo promesso ai cittadini” conclude Veloccia.

LA TEMPISTICA - Pronta la replica dell'opposizione.  "Apprendiamo solo dai giornali che la Giunta del Municipio Roma XI ha approvato oggi il progetto di riqualificazione dell'ex Caserma Donato nel quartiere del Trullo - risponde con una nota Valerio Garipoli capogruppo di Fratelli d'Italia in municipio XI - Nel libro dei sogni del Presidente, tra i progetti previsti non vi è più alcun riferimento all'edilizia pubblica e/o privata come annunciato in un primo incontro al circolo Pd trullo nel marzo 2025. E neppure c'è più il proposito di utilizzarne gli spazi per fare una isola ecologica, come descritto in una nota del Campidoglio del settembre 2015 per il Giubileo della Misericordia". C'è un aspetto poi, che viene poi sottolineato: non è chiaro quale sia il ruolino di marcia. "Non vengono specificati i tempi di realizzazione ed il reperimento delle risorse, visto e considerato che i PRINT sono oramai fermi da mesi e che lo stallo e paralisi amministrativa di Roma Capitale non sembra poter sostenere tale progettualità municipale - sottolinea Garipoli - Invitiamo pertanto  il Presidente Veloccia a fare meno lo 'spiritoso' con le Opposizioni e a smentire categoricamente ed ufficialmente attraverso atti sia l'utilizzo degli spazi per i senza fissa dimora e/o immigrati previsti dai Bandi della Prefettura di Roma che per isole rifiuti ingombranti, il tutto e tutela della sicurezza e salute dei cittadini del Trullo". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Caserma Donato, niente isola ecologica: al Trullo arrivano Archivio di Stato e Carabinieri

RomaToday è in caricamento