Trullo Trullo / Via Piero Calamandrei

Trullo, abbattute le case abusive di Monte Cucco: alle famiglie assegnati alloggi Ater

Alla demolizione seguirà la sistemazione dei camminamenti che collegano Monte Cucco con il Trullo. Veloccia (PD): “Interventi così restituiscono il senso di un impegno quotidiano”

Sopra il Trullo, nella zona di Monte Cucco, sono arrivate le ruspe. Dalla mattinata del 24 febbraio le loro benne sono entrate in azione per demolire alcuni manufatti. Abitazioni abusive realizzate sulla scarpata, a pochi metri dal centro anziani.

Le case abusive di via Calamandrei

“Accostate sulla rampa di scale, creavano tra l'altro problemi di stabilità a quella discesa verso il Trullo” ha ricordato Maurizio Veloccia, ex presidente del Municipio XI. Da minisindaco, una delle prime iniziative che aveva intrapreso, era stata quella di diffidare l’Ater per il ripristino dell’accesso e la sua messa in sicurezza. 

L'opera di riqualificazione

C'è voluto del tempo per realizzare l'aspettativa dell'ex presidente del Municipio XI. Ma grazie alla sinergia attivata dalla Regione con l'Ater di Roma, è stato possibile conseguire un risultato ancor più importante. “Oggi dopo tanti anni, non solo si elimina quell'abuso, ma si sta riqualificando con un'opera di bella ingegneria ambientale tutta la scarpata, si restituisce valore e dignità a quel pezzo di quartiere” ha annunciato Veloccia, oggi Capo di Gabinetto della Regione Lazio. 

La demolizione, il consolidamento della scarpata e la riqualificazione del tratto finale di via Piero Calamandrei, non sono le uniche operazioni previste. L’intervento infatti è stato fatto “in accordo con la cittadinanza anche perché le famiglie ed i tre bambini che abitavano lì – ha precisato Veloccia – non verranno messe in mezzo alla strada”.

La rigenerazione delle periferie

L'operazione messa in atto in via Calamandrei dimostra che “prosegue il piano di rigenerazione delle periferie di Roma promosso dall'Amministrazione regionale per migliorare il decoro urbano e la qualità della vita dei residenti" ha ricordato l'assessore regionale Massimiliano Valeriani. L'area verrà pertanto messa in sicurezza, con la sistemazione di videocamere e con la realizzazione di nuovi camminamenti. Per quanto riguarda le famiglie, "Sono state trasferite in altri alloggi, sempre a Monte Cucco - ha precisato Valeriani - consentendo l'avvio degli interventi di riqualificazione della zona".

La sistemazione delle famiglie

I due nuclei famigliari che abitavano nelle case demolite hanno trovato sistemazione negli alloggi Ater presenti nella zona. “Questi piccoli grandi interventi, ottenuti grazie ad una squadra larga e composita  – ha sottolineato l'ex minisindaco Veloccia - restituiscono l'orgoglio ed il senso di un impegno quotidiano”. 

Via Calamandrei foto abusi-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trullo, abbattute le case abusive di Monte Cucco: alle famiglie assegnati alloggi Ater

RomaToday è in caricamento