Lunedì, 25 Ottobre 2021
Portuense Corviale / Via Portuense

Preferenziale Portuense: la gara resta aperta ma il PD continua a chiederne l'annullamento

Nonostante la bocciatura del Municipio dov'è prevista sia realizzata, nessun passo indietro sulla preferenziale. Assessore Lucidi(M5s): "Mettetevi l'anima in pace"

La gara per la realizzazione di 1,7 km di corsie preferenziali su via Portuense non è stata ritirata. La sconfitta subita dai pentastellati in Municipio XI non ha quindi, per ora, sortito gli effetti sperati. L'intervento sulla mobilità della zona, tuttavia, continua ad alimentare una contrapposizione a distanza.

Botta e risposta tra M5s e PD

"Giulia Fainella, arrendetevi all'evidenza. Raccontate la verità che questi lavori partiranno vista la gara in corso da un mese e mezzo – ha commentato su facebook l'assessore municipale Stefano Lucidi, rivolgendosi alla consigliera democratica di Arvalia - Mettetevi l'anima in pace e rilassatevi".

Il commento, pubblicato su facebook, sembra aver sortito l'effetto contrario ."Mettiti tu l'anima in pace. Io non me la metto per niente. Anzi – ha immediatamente replicato la consigliera democratica - combatteremo fino all'ultimo". E per dare ancor più sostanza alla propria reazione, la consigliera ha deciso di rilanciare con un appuntamento nella sezione PD di via Pietro Venuri. Lì, a partire dalle 19, i rappresentanti del PD ed i cittadini si confronteranno sulle misure da mettere in campo per arginare l'operazione.

Una vittoria politica

Di fatto però, non sarà sufficiente la mozione del Municipio XI a bloccare un iter già ampiamente avviato. La vittoria ottenuta all'interno del Parlamentino di Corviale, ha avuto un importante eco. Soprattutto perchè è stata raggiunta con la complicità di una consigliera grillina che, schieratasi con l'opposizione, ha determinato la bocciatura della preferenziale. 

La preferenziale di via Portuense

L'intervento prevede la radicale trasformazione d'una piccola parte di via Portuense, quella che va da Largo La Loggia fino a via Pacinotti, vale a dire al sottopasso ferroviario recentemente riaperto. Per consentire la creazione di questo corridoio della mobilità, sarà necessario ridurre la sezione dei marciapiedi, tagliare un centinaio di posti auto ed abbattere le alberature attualmente presenti. Tutto questo per migliorare la sicurezza negli attraversamenti della strada e per velocizzare il percorso delle linee di bus. Un fatto, quest'ultimo, che è stato oggetto di contestazioni.

Le contestazioni

La preferenziale si interrompe infatti in più punti, costringendo in tal modo i mezzi pubblici a transitare insieme alle auto. Altro grande limite, hanno sottolineato i detrattori, è dato dal fatto che prima di largo La Loggia e soprattutto dopo il pontecello ferroviario, via Portuense torna a presentare i classici colli di bottiglia. Ciò nonostante la preferenziale, fortemente voluta dal Campidoglio e difesa dalla Giunta Torelli, è stata presentata come un'opera irrinunciabile. Proprio annunciandone la gara, a fine dicembre, la Sindaca aveva incensato l'intervento come un'importante trasformazione. Difficile ipotizzare che basti una mozione municipale per ottenere un radicale ripensamento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Preferenziale Portuense: la gara resta aperta ma il PD continua a chiederne l'annullamento

RomaToday è in caricamento