Portuense Portuense / Piazza Augusto Lorenzini

Portuense: servono spazi d’aggregazione

I residenti del quartiere, costituitisi nella rete cittadina PortuenseAttiva,stanno organizzando incontri per discutere delle necessità del territorio

A Portuense, c’è un movimento che da un paio di mesi, sta cercando di portare all’attenzione del Municipio XI alcune questioni. Nata sui social network, questa rete cittadina, denominata PortuenseAttiva, sta organizzando incontri pubblici ed istituzionali, passando così dal mondo virtuale ad una realtà molto concreta ed operativa.

GLI SPAZI PUBBLICI - Incuriositi da questo fermento, li abbiamo contattati e ci siamo fatti spiegare in cosa consista questa nuovo network. “Noi siamo dei cittadini che si sono incontrati sulla rete, confrontandosi anche su specifici temi.  Vivendo in un quartiere che, da via dell'Imbrecciato a via Belluzzo, è soggetto ad un profondo ricambio generazionale.  avvertiamo l’esigenza di avere spazi d’aggregazione, soprattutto al coperto. Ci piacerebbe cioè avere  - chiarisce la signora Valentina -  una biblioteca pubblica o anche una ludoteca”.

LE SPECIFICITA' - Il 4 maggio, questo gruppo cittadino ha organizzato un incontro, al quale hanno preso parte molti residenti. In quella sede, sono state molte  le istanze portate in dote dai residenti . “Nel territorio ci sono già tre o quattro comitato storici, le cui battaglie per lo spostamento del mercato piuttosto che per l'ampliamento della carreggiata sotto al ponticello ferroviario, noi vogliamo sostenere. Fermo restando che, vorrei fosse chiaro, non vogliamo minimamente  sovrapporci loro. Le appoggiamo, ma seguiamo principalmente il nostro percorso – chiarisce la cittadina – finalizzato ad ottenere i luoghi di aggregazione cui facevo riferimento, piuttosto che a supportare iniziative di decoro partecipato”.

I TAVOLI PERMANENTI - Le richieste di PortuenseAttiva, vengono fatte cercando di mantenere un rapporto  collaborativo, oltre che con le realtà territoriali, anche con le istituzioni municipali. “Sinora il Presidente Veloccia e gli assessori hanno mostrato interesse e disponibilità e, quando ne abbiamo fatto richiesta, ci hanno ricevuto. Il nostro obiettivo però, da cittadini attivi, è quello di partecipare ai processi amministrativi. In altre parole – conclude la signora Valentina –
 vorremmo l’istituzione di tavoli tematici permanenti o, per dirla con un altro termine, di osservatori”. Un obiettivo importante per ottenere il quale occorre senz'altro impegnarsi e partecipare agli incontri della rete. Per ora comunque, l'adesione e l'entusiasmo non sembrano mancare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Portuense: servono spazi d’aggregazione

RomaToday è in caricamento