Portuense Portuense / Via Enrico Cruciani Alibrandi

Parco Ruspoli, per l'area verde di Portuense è tutto da rifare

I fondi per realizzare il polmone verde di Portuense non ci sono più. Fainella (PD): "Non sono stati fatti neppure gli espropri ed ora serve anche una nuova delibera"

Non sono bastate le mille firme raccolte, l'interessamento dell'ex prefetto Gabrielli e la delibera approvata in Campidoglio. Portuense dovrà ancora attendere perchè la realizzazione di Parco Ruspoli non decolla.

La doccia fredda

Resta tortuosa la strada che porta alla creazione dell'agognato polmone verde. "Abbiamo affrontato la questione nella seduta della commissione lavori pubblici ed Ambiente che si è svolta il 13 dicembre – racconta la consigliera democratica Giulia Fainella – i 900 mila euro che erano nel nostro bilancio non ci sono più. Con la fine del 2018, non avendoli impegnati, sono andati persi e non sono partite neppure le procedure per gli espopri". Ottenerli è però di fondamentale importanza, perchè misurano più di due etteri e mezzo. Per la precisione 26650 metri quadrati.

La vicenda

L'iter amministrativo riparte quindi da zero. "Bisogna riscrivere la delibera sugli espopri - chiarisce la consigliera Fainella (PD) e poi va fatta votare dall'Assemblea Capitolina". Un bel passo indietro. D'altra parte non è mai stato semplice il cammino che porta alla creazione di Parco Ruspoli.  Per anni i fondi stanziati dal vicino PUP, circa 520mila euro, sono rimasti bloccati dal Patto di stabilità. Dietro forte impulso da parte dei residenti, quel finanziamento è stato poi scongelato. "Avevamo sbloccato i fondi e predisposto una delibera che il M5s doveva portare in Campidoglio ma non l'ha fatto" segnalava l'ex minisindaco Veloccia nel dicembre del 2016.

Un regalo mai arrivato

Un anno più tardi, il presidente del Consiglio municipale Patrizi aveva chiarito che "La cifra di 528.645,46 indicata su una Delibera municipale dalla precedente amministrazione non era sufficiente per tutti gli espropri e per la loro completa messa in sicurezza ma noi volevamo evitare di ritrovarci con dei terreni senza avere poi la possibilità di un loro reale utilizzo. Per questo abbiamo atteso il momento più opportuno per inserire, con un emendamento al bilancio comunale, la somma di 900mila euro". Quei fondi però ora non sono più disponibili. Lo scorso anno queste dichiarazioni, dal comitato PortuenseAttiva, erano state lette come una piacevole inversione di tendenza. Meglio, come un "inaspettato regalo di Natale". La sensazione invece è che quest'anno, sotto l'albero, non ci sia finito niente. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco Ruspoli, per l'area verde di Portuense è tutto da rifare

RomaToday è in caricamento