menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Malagrotta, bufera sull'assessore all'Ambiente Giujusa: l’opposizione ne chiede le dimissioni

La notizia di un incontro tra Colari, Vignaroli e Muraro (M5s) nello studio del neo Assessore Giujusa alimenta la polemica. Il centrosinistra chiede le immediate dimissioni dell'Assessore municipale

Gli interessi di Cerroni ed il deputato pentastellato Vignaroli nella stessa stanza. Ovvero, nello studio dell’architetto Giujusa, attuale Assessore all’ambiente del Municipio XI. La notizia, diffusa da Giovanna Vitale su La Repubblica, ha suscitato clamre, soprattutto per i nomi degli attori che si sarebbero seduti attorno ad un tavolo.

IL PATTO SEGRETO - “Il  signor Giujusa salta alle cronache per aver ospitato nel proprio studio la riunione in cui si sarebbe siglato il ‘patto’ segreto tra Cerroni ed il M5S per la gestione dell'emergenza rifiuti, così come riportato da alcuni quotidiani – scrivono in una nota tutti i consiglieri dem del Municipio XI - Se è confermata questa ricostruzione, un patto siglato di nascosto dato che nessuno dei soggetti aveva all'epoca alcun tipo di competenza per poter convocare intorno ad un tavolo Ama e Cerroni, ci troveremo di fronte ad una vicenda inquietante: nel merito, perché sembrerebbe che i più strenui sostenitori della discontinuità abbiano, invece, incontrato clandestinamente la Co.la.ri e, soprattutto, nel metodo perché l'incontro si sarebbe tenuto tra il deputato Vignaroli, parlamentare e vicepresidente della Commissione di inchiesta sulle ecomafie, con lo stesso Cerroni, rinviato a giudizio per disastro ambientale”. Per questo, l’ex Presidente Maurizio Veloccia insieme ai consiglieri Gianluca Lanzi, Giulia Fainella e Angelo Vastola, annunciano che chiederanno le dimissioni del neo assessore.

LO SCONCERTO - Anche a Sinistra, la notizia è stata appresa con stupore.  Anzi, volendo riportare i termini esatti utilizzati dal segretario municipale di SEL, bisognerebbe parlare di sconcerto. E’ questa la sensazione che Alberto Belloni dichiara di aver provato dopo aver letto su La Repubblica del “presunto incontro segreto, svoltosi nell'ufficio dell'allora privato cittadino Giacomo Giujusa, tra i vertici di ‘Colari’ e l'allora privata cittadina Paola Muraro per la gestione di circa 200 tonnellate di rifiuti della Capitale. Quanto riportato dalla penna di Giovanna Vitale è di una gravità inaudita e vanifica, in un solo gesto, anni di lotte e battaglie contro la gestione dei riufiuti che ha imperato fino alla chiusura della discarica di Malagrotta disposta dalla nostra amministrazione”. Belloni pone anche alcuni interrogativi. “Quale sarà in futuro il modello di gestione dei rifiuti?” Ed inoltre “Ritengano il 'Colari' un interlocutore per gestire eventuali situazioni di smaltimento future all'interno dei propri impianti – Conclude Belloni – Ci aspettiamo una solerte smentita da parte dei soggetti interessati che, se non dovesse arrivare, comporterebbe a nostro avviso la necessità di dimissioni non rinviabili”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento