ArvaliaToday

Piana del Sole, ripartono i lavori per installare l'antennone: "E' sempre vicino all'asilo nido"

Ripresi i lavori per installare un'antenna 5G. Angelo Vastola (PD): "Si erano fermati quest'estate, ora ripartono. Ma lì c'è una scuola ed a 30 metri le case"

Operai al lavoro a Piana del Sole

Operai ed escavatrice non sono passati inosservati. I lavori ripresi nell’area dove, la scorsa estate, era prevista l’installazione di un’antenna radio base sono stati subito notati.

Il ritorno degli operai

“Quell’area si trova a 30 metri dalle case, peraltro di recente costruzione. A chi vi abita è bastato aprire le finestre per rendersi conto che, a poca distanza dalle loro abitazioni, erano ripresi dei lavori” ha commentato l’ex consigliere democratico Angelo Vastola. Agli abitanti di Piana del Sole, nella periferia ovest della Capitale, negli ultimi giorni è sembrato di vivere un dejà-vù.

L'incubo dell'antennone

A giugno del 2020, la stessa area su cui ora stanno lavorando gli operai, era stata interessata dall’avvio d'un cantiere. Tra via Sabbadino e via Montemarzino  allora come oggi era prevista la realizzazione di un'antenna radio base. “Quell’opera fu fermata perchè insisteva su un’area a destinazione pubblica e perchè si trovava a 100 metri da un sito sensibile, dall’unico asilo presente nella zona, oltre che a 30 metri dalle case. Ora stanno smantellando la vecchia piattaforma di cemento per realizzarla qualche metro più indietro in modo da aggirare la distanza dalla scuola” ha ipotizzato l’ex consigliere Vastola.

La richiesta delle verifiche

Il tema non è passato sotto traccia. “La questione dell'antenna  mi è stata subito attenzionata da alcuni residenti e di conseguenza ho chiesto all'ufficio tecnico ed alla Polizia Locale di effettuare gli opportuni accertamenti per verificare le autorizzazioni necessarie, rilasciate dal dipartimento Progettazione ed attuazione urbanistica” ha spiegato l’ex presidente municipale Mario Torelli,ora delegato della sindaca nel territorio.

Potenza dell'impianto e distanze

“Dai primi riscontri gli operanti hanno potuto verificare che i lavori risultano regolarmente autorizzati e che anche i limiti di distanza dai siti sensibili sono rispettati - ha aggiunto Torelli - ora si stanno proseguendo gli accertamenti per verificare quale sia il tipo di antenna in modo poi da richiedere all'ARPA se, in base alla Potenza del ripetitore,  siano compatibili le distanze con il sito sensibile che si trova su via Sabbadino”. Vale a dire con l’asilo nido, l’unico presente nel quadrante.  Il sospetto è che si tratti di un impianto di nuova generazione, il cosiddetto 5G. In attesa dei risultati delle nuove verifiche, a Piana del Sole, è tornato il clima della scorsa estate. Rovente, anche in pieno inverno.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento