Marconi San Paolo / Viale Guglielmo Marconi

Tiberis, apertura in sordina ma con servizio bar: tutte le novità della quarta edizione

I campi sistemati consentiranno lo svolgimento del torneo estivo, in programma per fine luglio.

La proroga del bando pubblicato per Tiberis è stata efficace. La spiaggia sul Tevere, realizzata sulla banchina sotto ponte Marconi, ha trovato a chi assegnare la somministrazione di cibo e bevande.

Gli esiti del bando

Zetèma, la società inhouse di Roma Capitale, ha potuto anche scegliere tra due competitor. L’ha spuntata l’Habicura Srl, la realtà che negli ultimi anni a Roma ha gestito la manifestazione culturale Giardino Verano, con tavoli da ping pong, area bimbi, biliardini. Si è imposta con un buon margine sulla Polisportiva Ostiense, che aveva partecipato al bando. Ed è questa la prima novità.

Addio macchinette automatiche

Per acquistare snack e bevande, gli utenti di Tiberis non devono più ricorrere alle macchinette automatiche che, nelle precedenti edizioni, erano state collocate all’interno di un container. Quest’anno è stato infatti allestito un chiosco di legno, curato appunto da Habicura, che ha fornito anche l’immancabile biliardino, realizzato nello stesso materiale del chiosco.

L'apertura a luglio

L’altra novità, per l’edizione 2021, riguarda l’apertura. Doveva avvenire, secondo il primo bando, all’inizio di giugno per durare fino al 12 settembre. L’avviso pubblico è però andato deserto ed ha necessitato di una proroga che ha fatto slittare di un mese l’apertura. E’ avvenuta in anticipo di qualche settimana rispetto alle precedenti edizioni. Solo che il Comune ha deciso di non comunicarlo, come invece era avvenuto in passato. 

Il ritorno del beach volley

L’apertura a luglio consente anche il regolare svolgimento del Beach Volley Tour che sulla banchina del Tevere ha previsto, per domenica 25, la sua quinta tappa. I campi sono già stati ripristinati, non ci saranno le tribune, e d’altra parte non era previsto neppure che vi fossero. Quello del Beach Volley non rappresenta una novità, poiché in passato il torneo era già stato organizzato lì. Rappresenta pertanto, dopo l’interruzione del 2020, un gradito ritorno sul Tevere. 

I servizi delle passate edizioni

Confermati gli altri servizi che erano stati garantiti ai romani nel corso delle prime tre edizioni di Tiberis. Ombrelloni, lettini, sedie e tavolini sono tornati sulla banchina del Tevere. Anche la piattaforma di legno con i giochi d’acqua restano l’unica reale occasione di svago, quest’anno insieme ai biliardini, per i bambini che con le relative famiglie dovessero raggiungere Tiberis. Previo controllo della temperatura, eseguito dai dipendenti della Multiservizi.

La rinuncia alle spiagge urbane

Sono spariti dai radar invece, rispetto al 2020, gli stabilimenti urbani che l’amministrazione comunale aveva promosso dopo la prima ondata della pandemia. Erano stati selezionati da Zetèma cinque progetti, dislocati in altrettanti parchi ed aree verdi cittadine. Con sdraio ed ombrelloni, in quel caso del 29 luglio, erano stati aperti ai romani che lì potevano svolgere corsi di yoga e pilates. Delle spiagge urbane non ci sono più tracce. Ed anche questa è una novità della stagione estiva 2021.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tiberis, apertura in sordina ma con servizio bar: tutte le novità della quarta edizione

RomaToday è in caricamento