menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marconi, 108 bambini restano senza la scuola Migliavacca: si scatena la protesta

Più di mille persone hanno aderito alla raccolta firme per riaprire la scuola di via Oderisi da Gubbio. Dagli anni Sessanta è un punto di riferimento per le famiglie del quartiere

Non è soltanto un problema per i genitori che avevano puntato sulle sue aule per l’anno scolastico 2020/2021. L’inaspettata chiusura della scuola dell’infanzia Angiola Maria Migliavacca, rappresenta un duro colpo per tutto il quartiere.

Un'amara sorpresa

Dagli anni Sessanta, i locali della scuola, gestita dalla Parrocchia Gesù Divino Salvatore, accolgono i bambini di Marconi. La decisione di sospenderne l’attività, dopo la chiusura causata dal nuovo Coronavirus, ha quindi  colto di sorpresa un intero quartiere. Sono infatti già più di mille i residenti che hanno chiesto, alla  parrocchia, di tornare sui propri passi.

La raccolta firme

“Non possiamo permettere che 108 bambini rimangano improvvisamente senza scuola, soprattutto in quest’anno già così particolarmente complicato per loro per colpa del covid-19, che ha segnato psicologicamente e pesantemente proprio i bambini di questa fascia d’età” ha sottolineato Stefano De Pinto, il genitore che ha lanciato la petizione su piattaforma change.org.

La gestione della scuola

La scuola, realizzata agli inizi degli anni Sessanta grazie al contributo della moglie di Davide Campari, che difronte alla parrocchia aveva la propria sede, “è gestita dall'ente Parrocchia nella persona del Parroco che ne è il legale rappresentante assieme alla Direzione Didattica affidata all'Istituto Missionarie della Dottrina Cristiana” ha spiegato Valerio Garipoli, già capogruppo municipale di Fratelli d’Italia.

L'appello

L’importanza della scuola, un punto di riferimento per l’intero quartiere, non è riconosciuta solo da chi abita in viale Oderisi da Gubbio. La richiesta di far ripartire le attività didattiche, non è stata diramata soltanto attraverso la raccolta firme sul web. Anche l’ex capogruppo municipale di Fratelli d’Italia, ha infatti lanciato un appello “agli uffici tecnici del Vicariato” affinchè la Migliavacca possa riprendere “nell’opera di educazione e socializzazione” che per quasi sessant’anni  ha garantito.

La promessa

Dopo i lunghi mesi di quarantena, l'impossibilità di riprendere le lezioni nella propria scuola, finirebbe per essere vissuto in maniera destabilizzante. “Saremo al fianco delle famiglie e residenti di Marconi - ha promesso Garipoli - affinché i bambini possano tornare alla loro normalità scolastica insieme ai loro compagni ed alle loro maestre terminando il percorso iniziato”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento