ArvaliaToday

Rapinava prostitute tra Marconi e Colombo: riconosciuti dai denti

L'uomo di 38 anni che colpiva tra Viale Marconi e la Cristoforo Colombo è stato riconosciuto dalle vittime a causa delle sue vistose macchie sui denti

Un uomo di 38 anni è finito in carcere perché tradito da un particolare poco estetico e igienico: delle vistose macchie sui denti a causa delle quali è stato identificato.
L’uomo era solito “frequentare” i quartieri Marconi e Colombo, dove sotto la minaccia di una pistola rapinava le prostitute di denaro ed effetti personali per poi si dileguarsi a bordo di un’Alfa Romeo 147 grigia. Le donne rapinate, in sede di denuncia, hanno fornito alla Polizia la targa dell’autovettura utilizzata dall’individuo e una descrizione dettagliata del suo aspetto, caratterizzato da un particolare rilevante: delle vistose macchie sulla dentatura.


Immediati i servizi di appostamento nelle zone colpite, ma del rapinatore nessuna traccia. Contestualmente gli investigatori hanno effettuato dei riscontri tra il modello dell’autovettura e le cifre della targa fornite dalle vittime. Le indagini hanno consentito di accertare che sul veicolo utilizzato dal rapinatore fosse stata montata una targa con una numerazione alterata. Il passo successivo è stato quindi quello di sviluppare intrecci investigativi tra  combinazioni alfanumeriche corrispondenti alle descrizioni fornite in modo da isolare tutte le autovetture Alfa Romeo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra quelle in cui è stata riscontrata una corrispondenza, solo una è risultata appartenere ad un individuo di sesso maschile residente nella provincia di Roma. Un pregiudicato romano di 38 anni, M.M., con obbligo di firma presso gli Uffici di una Stazione dei Carabinieri della Provincia di Monterotondo.
Una sua foto, inserita in un album contenete immagini di altri uomini dai tratti somatici simili, è stata mostrata alle vittime e tutte lo hanno riconosciuto senza ombra di dubbio quale autore delle rapine.
Agenti in borghese hanno effettuato degli appostamenti nella zona di Monterotondo per individuare il malvivente che ignaro di tutto si è rivolto a loro per chiedere una sigaretta.
Gli investigatori hanno riconosciuto il rapinatore descritto dalle vittime, sia per le caratteristiche somatiche che per l’autovettura Alfa Romeo 147 alla quale era stato alterato il colore di una lettera della targa per confonderne l’individuazione.
Condotto negli uffici della Polizia, M.M. al termine delle formalità è stato tratto in arresto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento