rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Marconi Marconi / Lungotevere Vittorio Gassman

Marconi: oltre il ponte della Scienza il nuovo "Suk" all'ombra del Gazometro

La Riva Ostiense è stretta nelle morse di un profondo degrado, causato dalla presenza di un mercato abusivo. Martone (M5s): "Sul ponte stiamo pensando di organizzare eventi, coinvolgendo le associazioni dei commercianti"

Sulle sponde del Tevere c’è un nuovo mercatino abusivo. Non si tratta della semplice riproposizione del suk che, anni fa, funestava Valco San Paolo. Tuttavia la presenza di questi ambulanti, avvistati all’altezza della riva Ostiense del Tevere, è già tale da allarmare i residenti.

UN'AREA ABBANDONATA - Il timore principale riguarda il destino dell'area dove si svolge quest'attività. Al termine del mercato infatti, rimane sul terreno una gran quantità di rifiuti. Come documentano numerosi scatti fotografici pubblicati sulla pagina del Comitato di Quartiere Marconi, la zona è stretta nella morsa di un profondo degrado. La sola realizzazione del Ponte della Scienza, non è stata sufficiente a riqualificarla. In assenza di un organico progetto di mobilità sostenibile, la sua pista ciclopedonale è diventata la classica cattedrale nel deserto. Frequentatissima un solo giorno alla settimana: quello in cui si deve attraversare il ponte per raggiungere l'improvvisato suk.

LA LOTTA ALL'ABUSIVISMO - “Abbiamo approvato una mozione con cui il Consiglio chiede alla Polizia Municipale d' intensificare i controlli contro l’abusivismo commerciale nel nostro territorio. Per farlo – spiega il portavoce pentastellato Gianluca Martone (M5s) – chiediamo siano impiagate maggiori risorse, magari inserendo tra gli obiettivi della Polizia Locale proprio la lotta all’abusivmo. Tuttavia il fenomeno va stroncato alla radice, individuando i fornitori, i depositi ed il racket che ruota attorno alle postazioni”.

LE PROSPETTIVE - Nello specifico caso del mercato che si svolge sul Ponte della Scienza “le forze dell’ordine sono intervenute – chiarisce Martone – e tuttavia non sono riuscite a scoraggiare gli abusivi  che sistematicamente si ripresentano. Sul ponte stiamo pensando di organizzare eventi, coinvolgendo le associazioni dei commercianti. Abbiamo il dovere di tutelare chi paga le tasse, chi svolge il proprio lavoro con onestà, rispettando le regole del gioco”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marconi: oltre il ponte della Scienza il nuovo "Suk" all'ombra del Gazometro

RomaToday è in caricamento