Lunedì, 26 Luglio 2021
Marconi Marconi / Via Pietro Blaserna

Via Blaserna: un muro all'entrata del parcheggio finito e mai dato in uso

Un'azione dimostrativa per ricordare ad Alemanno la sua promessa relativa al parcheggio finito e mai aperto, parcheggio che potrebbe sostituire i Pup di via Fermi

Muro davanti all'ingresso del parcheggio di via Blaserna

Fa ancora discutere e scendere in strada il parcheggio di via Blaserna a Marconi. Costruito e mai aperto, rimane lì nella via, a pochi passi da una scuola, da un'area giochi per bambini e da una chiesa. Dentro ormai vivono alcuni senza tetto, accampati lì dentro in cerca di riparo, di fatto gli unici ad oggi ad utilizzare la struttura.

Contro questo stato di cose si sono mossi quest'oggi il consigliere Athos De Luca, che definisce la situazione “Lo scandalo di Via Blaserna”, insieme ad alcuni membri del Pd Marconi, del comitato No Pup Fermi e cittadini. La loro è stata un'iniziativa puramente dimostrativa, come ci racconta Enrico Pasini del Pd Marconi: “Si è voluto portare ancora una volta l'attenzione sul degrado del parcheggio e del giardino di via Blaserna.

Per questo hanno costruito un muro di circa 40 centimetri davanti all'ingresso del parcheggio che, incarnando i toni della protesta pacifica, non arrecherebbe danni all'area e non blocca l'ingresso”. Quello su cui si insistono De Luca, il Pd Marconi e i comitati è il mancato intervento da parte di Gianni Alemanno reo di aver promesso a novembre passato di risolvere il problema e che ora suona  come una promessa non mantenuta.



Il consigliere Athos De Luca, membro della Commissione mobilità ha dichiarato: “Tutto ciò accade in un quartiere dove si vuole realizzare in Via Fermi un nuovo PUP (186 Box in vendita a 70.000 euro e 220 posti auto) che comporterebbe la perdita  di tutte le grandi alberature centrali di platani che caratterizzano  e qualificano  la via. Tutti si preoccupano di fare i nuovi PUP – conclude il rappresentante del PD - ma a nessuno interessa di far funzionare i parcheggi che già esistono, suscitando il sospetto che l’Amministrazione si impegna solo per i PUP dove, grazie ai box, vi è un forte interesse economico dei privati. E’ proprio di ieri una sentenza della Cassazione, che dichiara illegittimo il Pup di via Panama, per la mancanza di interesse pubblico, poichè non ci sono parcheggi pertinenziali, destinati agli abitanti, ma posti auto e box da vendere a chiunque, a prescindere dalla tresidenza nel quartiere. Questa sentenza impone la sospensione del piano parcheggi e la revisione di regole nel rispetto della utilità pubblica prevista dalla legge Tognoli”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Blaserna: un muro all'entrata del parcheggio finito e mai dato in uso

RomaToday è in caricamento