Sabato, 31 Luglio 2021
Marconi La Pisana / Via dei Grimaldi

Omicidio via Grimaldi: arrestati 2 moldavi

I due cittadini moldavi, ubriachi al momento del fermo, sono accusati di favoreggiamento. L'arma del delitto è un coltello di grandi dimensioni. Ancora in fase di accertamento le cause dell'omicidio

Due cittadini moldavi di 20 e 22 anni sono stati fermati sabato sera a Roma e arrestati con l'accusa di favoreggiamento. Sarebbero implicati nell'omicidio del loro connazionale, 25enne, ucciso a coltellate in un appartamento di via Francesco Grimaldi, vicino viale Marconi. La vittima e i due moldavi fermati condividevano da tempo l'appartamento dove il 14 agosto, poco prima delle 20, il corpo dell'immigrato è stato trovato senza vita e in una pozza di sangue.

Gli agenti delle volanti sono intervenuti in via Grimaldi dopo la telefonata al 113 di un passante che aveva assistito a una lite fra due persone, una delle quali, a dire del testimone, era insanguinata. Sul posto sono quindi arrivate numerose pattuglie della polizia che seguendo alcune macchie di sangue presenti per strada sono arrivati fino all'appartamento preso in affitto dai moldavi dove in cucina hanno trovato il cadavere del giovane riverso a terra.

La vittima è stata massacrata con un coltello di grandi dimensioni. Gli investigatori della Squadra mobile hanno fermato i due connazionali per interrogarli. Entrambi erano ubriachi. Rimane da chiarire se i due moldavi, che non collaborano affatto alle indagini, siano solo dei testimoni dell'omicidio o se ne siano i diretti responsabili.


Le cause. Ancora un mistero cosa abbia scatenato tanta violenza. Tante le ipotesi sul tavolo degli investigatori della squadra mobile, dal litigio degenerato a causa della grande quantità di alcol al regolamento di conti fra stranieri. La polizia ha ascoltato persone che conoscevano la vittima per ricostruire le sue amicizie e i suoi contatti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio via Grimaldi: arrestati 2 moldavi

RomaToday è in caricamento