rotate-mobile
Marconi Marconi / Via Gerolamo Cardano

Altra beffa per il mercato Marconi: la pioggia ristagna sul tetto e s’infiltra nei box ancora chiusi

Dopo il problema delle saracinesche difettose anche i disagi legati alle infiltrazioni

Il maltempo che ha caratterizzato le ultime giornate ha messo a nudo un nuovo problema. L’acqua ristagna sul tetto del nuovo mercato realizzato tra via Macaluso e via Cardano, nel quartiere di Marconi.

La pioggia che penetra nei box

A lanciare l’allarme i consiglieri della lega in Campidoglio ed in municipio che si dichiarano “basiti” nel constatare che “nei nuovi box del mercato Macaluso, in procinto di essere inaugurato, ci sia acqua piovana stagnante da giorni sui tetti e addirittura stia colando all'interno dei nuovi banchi” hanno commentato Fabrizio Santori e Daniele Catalano. Non si tratta, in effetti, della prima criticità riscontrata nel plateatico appena riqualificato.

“I box dovrebbero avere le giuste pendenze ed un sistema di scolo delle acque piovane nuovo di zecca” hanno fatto notare sempre i consiglieri leghisti Santori e Catalano. Ma con  immagini in loro possesso, hanno dimostrato la presenza d’infiltrazioni in alcune strutture. Dal soffitto hanno ristagnato sul pavimento e sui banchi, ancora inutilizzati, che una volta effettuato il taglio del nastro dovranno contenere i prodotti in vendita.

La beffa delle serrande difettose

A metà ottobre era stata segnalata un’altra criticità legata alla realizzazione dei box. In quel caso era stata messa in evidenza il formato errato delle saracinesche, sovradimensionate rispetto alle reali esigenze e, per questo, con un’apertura ed una chiusura difettosa, che tendeva a farle incastrare. Un problema ravvisato anche dal sopralluogo dei tecnici del municipio XI. 

“Gli operatori del mercato Macaluso, da sempre eccellenza del Municipio XI, hanno diritto ad un mercato nuovo e funzionante e – hanno rimarcato Santori e Catalano – non possono farsi carico di incombenze che la ditta operatrice dell'appalto avrebbe dovuto garantire entro i tempi stabiliti”. D’altra parte il rilancio del mercato di Marconi è atteso da oltre un decennio.

Una riqualificazione a lungo attesa

Durante questo periodo l’offerta è drasticamente diminuita, vista la progressiva perdita di appeal dell’area in cui erano montati i chioschi. Per questo il progetto di riqualificazione, avviato dall’amministrazione Marino e transitato per quella di Virginia Raggi, ha finito per alimentare inevitabili aspettative tra i lavoratori rimasti, una ventina, e gli abitanti del popoloso quartiere. Sono in tanti, quindi, ad aspettare il taglio del nastro.  Ma per l’inaugurazione occorre attendere.  Vanno prima affrontate tutte le criticità ravvisate. Dalle serrande ai ristagni d’acqua. 

Ristagni ed infiltrazioni idriche nel mercato di Marconi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Altra beffa per il mercato Marconi: la pioggia ristagna sul tetto e s’infiltra nei box ancora chiusi

RomaToday è in caricamento