ArvaliaToday

Ex Campari, il M5s fa un passo indietro: lì niente senza fissa dimora

Non sarà la sede dell'ex Campari ad ospitare i clochard per l'emergenza freddo. Il presidente Torelli ha optato piuttosto per l'ex scuola Quartararo di Magliana. Ma non sarà pronta prima di un'altra settimana

L'ex sede di Campari a Marconi

Niente ex Campari. Il Municipio XI ha fatto un passo indietro e per dare ospitalità ai senza tetto ha deciso di ripiegare, come da tempo suggerito dall’opposizione, sull’ex scuola Quartaro. Ad oggi però i clochard del territorio restano senza un letto. Nonostante siano già trascorse due settimane dalla mozione, votata all’unanimità, con cui si chiedeva alla Giunta di trovare locali per l’emergenza freddo.

QUASI PRONTI - “Probabilmente tra una settimana saremo in grado di offrire 17 postazioni all’interno dell’ex scuola Quartararo” si sbilancia il vicepresidente del Municipio XI Luca Mellina. “Grazie ad un’associazione del nostro polo di Protezione civile, abbiamo trovato le risorse umane in grado di offrire l’assistenza necessaria. Ed i locali della scuola sono già stati predisposti. Quindi ci siamo quasi”. Ma il ritardo è evidente e l’opposizione non ha mancato di sottolinearlo.

TEMPO PERSO - “Martedì 17 gennaio, visto che i locali dell'ex Campari non erano stati ancora allestiti e nessun altro spazio era stato messo a disposizione dall'amministrazione municipale – ricorda il consigliere dem Gianluca Lanzi – abbiamo presentato una mozione con cui chiedevamo di rendere immediatamente disponibili i locali dell’ex sede della scuola 'Quartararo' in Via della Magliana. Ma il Il M5S  ha bocciato la nostra mozione, sostenendo che gli spazi dell'ex Campari scelti dalla Giunta erano praticamente pronti”.  

NO ALL'EX CAMPARI - Affonda il colpo anche Daniele Catalano, consigliere municipale di Fratelli d’Italia. “Come  opposizione avevamo già segnalato alla maggioranza le criticità di quell’edificio, sprovvisto di allaccio corrente e acqua. Inoltre si sarebbe dovuto provvedere all’innalzamento di un divisorio in muratura per separare gli uomini dalle donne. Dopo due settimane di grande freddo – sottolinea Catalano -  ci ritroviamo con nulla in mano, solo perché la giunta e i consiglieri pentastellati non avevano considerato che gli interventi di adeguamento presupponevano una spesa che tuttavia non può essere applicata”. 

IL PASSO INDIETRO - Nel frattempo i volontari del M5s si erano anche dati da fare nel ripulire la sede dell’ex Campari. Ma poi “dopo due sopralluoghi realizzati insieme alla protezione civile, abbiamo constatato che ci sarebbe voluto troppo tempo per fronteggiare alcuni problemi tecnici emersi i e per questo, su spinta del presidente Torelli, abbiamo puntato sull’ex scuola di Magliana. Dove – spiega il vicepresidente Mellina –  era già presente l’illuminazione, il riscaldamento e l’acqua. Se non lo avevamo fatto prima – chiarisce Mellin – è perché lì è in atto una riqualificazione che porterà al suo interno degli uffici”.

LE BUONE INTENZIONI -  “Noi avremmo voluto fare qualcosa in più di quanto realizzato dalla precedente amministrazione” ammette Mellina.  I risultati però appaiono chiari: le buone intenzioni finora non hanno prodotto gli effetti sperati. C’è però uno spiraglio. “Stiamo per firmare un protocollo d’intesa con una delle nostre associazioni di protezione civile. Così facendo, l’anno prossimo avremo i mezzi e gli uomini per affrontare l’emergenza freddo. Per quanto rigaurda la sede – conclude il vicepresidente del Municipio XI – sarà trovata nei locali messi a disposizone dal polo di protezione civile. Dunque, sempre all’interno dell’ex scuola di Magliana”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Sciopero trasporti mercoledì 25 novembre: a rischio metro, bus, treni e pullman Cotral

Torna su
RomaToday è in caricamento