ArvaliaToday

Marconi, rimosso l'eternit dal nido Aquilone Blu: "Per fare in tempo operai al lavoro su doppi turni"

Sono state eliminate le lastre di amianto sul nido di via Brunacci. Nel 2018 il caso venne segnalato anche da Striscia la Notizia. Raggi: "La sicurezza dei bambini è una nostra priorità"

Lavori terminati. In meno di un mese e mezzo gli operai hanno rimosso le lastre di eternit. In via Brunacci, sul tetto dell’asilo nido, non c’è più traccia di amianto. 

Al posto delle temute lastre di asbesto, con cui si era puntato ad isolare il tetto, è stata installata una nuova copertura. “I bambini potranno presto entrare in una struttura sicura e confortevole, in un edificio attento all’uso di materiali e tecniche a ridotto impatto ambientale” ha dichiarato la sindaca, annunciando la fine dell’intervento.

“Le nostre squadre hanno effettuato doppi turni di lavoro per recuperare le settimane in cui non hanno potuto lavorare a causa dello stop imposto dall’emergenza sanitaria. Un importante intervento di manutenzione straordinaria che gli operai hanno portato avanti con grande impegno riuscendo così a chiudere il cantiere entro l’estate” perchè, ha sottolineato Raggi “La sicurezza dei nostri bambini è una priorità”.

La presenza di quelle lastre di eternit, sopra un edificio scolastico, a ridosso delle case d’un popoloso quartiere come Marconi, aveva attirato l’attenzione anche dei media nazionali. Le telecamere di Striscia la Notizia, raccolte le segnalazioni dei residenti, nel 2018 si erano recate in Municipio XI per strappare la promessa, all’allora assessore pentastellato Giacomo Giujusa, che la copertura d’amianto sarebbe stata rimossa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Promessa mantenuta” ha così sottolineato l’ex minisindaco Mario Torelli, all’avvio dei cantieri lo scorso luglio. Adesso che la copertura è stata effettivamente sostituita, l’impegno può dirsi davvero assolto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento