Marconi Marconi / Via Enrico Fermi

Marconi, "adotta un albero": rimossi i cartelli dell'iniziativa nata nel luglio 2011

La campagna però non si ferma. E anche in seguito agli ultimi episodi di inciviltà l'ideatore promette l'avvio di "adotta un albero 2.0", una nuova campagna di sensibilizzazione sull'importanza della zona verde in città

Era il luglio del 2011 quando è stata promossa "Adotta un albero", l'iniziativa a cura di Riccardo Micheli avente lo scopo di sensibilizzare i cittadini e le istituzioni sull'importanza della presenza degli alberi in una zona povera di verde come quella Marconi. Da allora sono passati poco più di due anni e di alberi ne sono stati adottati tanti, virtualmente s'intende.

Un'adozione simbolica e gratuita questa che però sembra non avere riscosso l'entusiasmo di tutti. Già all'epoca, infatti, erano stati denunciati atti di violenza da parte dei promotori dell'iniziativa. Vetri rotti e ruote bucate sono solo due esempi di quello che Micheli e colleghi hanno subito ai propri veicoli. Eventi che, come lui stesso spiega, "sono direttamente riconducibili all'iniziativa". A questo si aggiungono i recenti episodi che hanno visto la rimozione degli striscioni e dei cartelli che promuovono l'iniziativa, strappati e buttati per terra.

Per questo motivo nascerà a breve "adotta un albero 2.0", una nuova campagna di sensibilizzazione che interesserà anche stavolta la zona Marconi e che vedrà una nuova targa e nuove adozioni virtuali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marconi, "adotta un albero": rimossi i cartelli dell'iniziativa nata nel luglio 2011

RomaToday è in caricamento