ArvaliaToday

Sgombero Magliana, Paris: "E' evidente il totale fallimento del Piano nomadi"

Il presidente del Municipio XV, Gianni Paris, afferma che "è sempre più evidente agli occhi di tutti il totale fallimento del piano nomadi sostenuto dal sindaco Alemanno"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Gianni Paris"Questa mattina è avvenuto lo sgombero di circa 70 nomadi che erano insediati in via della Magliana 297 nei capannoni della 'Vela del Mar'. E’ questo l’ennesimo intervento di questo genere a cui assistiamo, che temiamo purtroppo resterà fine a se stesso come i precedenti. Infatti la politica degli sgomberi degli insediamenti abusivi adottata dalla Giunta Alemanno si è dimostrata in questi tre anni nei fatti incapace di risolvere il problema. Ai rom allontanati non si offre mai un’alternativa abitativa credibile e percorribile ed il Campidoglio, non riuscendo a trovare soluzioni adeguate, appare sempre più privo di una vera strategia su questa questione. Inoltre questi sgomberi, restando fini a se stessi, si traducono in uno spreco di risorse economiche. I cittadini appaiono sempre più sconcertati di fronte a questa incapacità di risolvere il problema degli insediamenti rom irregolari". Lo afferma Gianni Paris, presidente del Municipio XV.

"Per questo - prosegue - ho scritto ancora una volta al Sindaco Alemanno una lettera per richiedere che il Comune intervenga con urgenza per affrontare la situazione creatasi nei quartieri di Magliana e Villa Bonelli e più in generale nel Municipio XV e adotti un piano di interventi realmente efficaci. La presenza dei nomadi nella zona di Magliana e di Villa Bonelli è fortemente cresciuta in questi ultimi tempi e purtroppo debbo constatare che ci troviamo di fronte ad un fenomeno ormai senza controllo. Insediamenti più o meno grandi sono presenti lungo gli argini del Tevere, nei pressi del Viadotto della Magliana, in alcuni capannoni privati, in casali dentro ed ai margini di Villa Bonell".

"Tutti gli interventi di sgombero hanno prodotto solo la disseminazione incontrollata nel territorio del XV Municipio di nuovi insediamenti irregolari, con conseguenti problemi igienico sanitari e di sicurezza e con crescenti disagi per i cittadini. Credo sia evidente a tutti che, dopo tre anni di governo di centro destra - che aveva fatto della soluzione della questione rom uno dei suoi punti di forza in campagna elettorale - non c’è né un progetto politico, né una strategia operativa precisa da parte del Campidoglio. La questione nomadi è lasciata all’improvvisazione ed agli interventi spot. La politica degli sgomberi fatta solo per far vedere ai cittadini che gli impegni promessi in campagna elettorale sono stati rispettati, senza individuare nel contempo una soluzione alternativa realistica, è assolutamente perdente".

"Purtroppo è sempre più evidente agli occhi di tutti il totale fallimento del piano nomadi sostenuto dal sindaco Alemanno, che ha scelto di accentrare ogni decisione su questo tema. Ritengo che occorra interrompere questa inutile e controproducente catena di sgomberi di insediamenti, senza che siano previste per i nomadi alternative percorribili. E’ necessario che la Giunta Alemanno predisponga un progetto concreto per affrontare in maniera dignitosa e seria la questione rom. I cittadini credo meritino risposte certe e risolutive e non interventi tampone privi di reale efficacia risolutiva".
 

Torna su
RomaToday è in caricamento