rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Magliana Eur

E' ai domiciliari e chiama una squillo: la minaccia e la rapina

Un uomo agli arresti domiciliari, si è fatto raggiungere a casa da una squillo: lì l'ha rapinata e poi minacciata con un coltello. Un'amica ha salvato la ragazza

Si trovava agli arresti domiciliari ma, nonostante questo, è riuscito a commettere ulteriori reati: un uomo di 36 anni, la notte del 19 Giugno, ha chiesto ad una giovane squillo colombiana di raggiungerlo a casa. Una volta arrivata, la ragazza è stata rapinata e minacciata con un coltello: l'uomo l'ha ferita alle braccia e l’ha costretta a chiamare una conoscente alla quale ha chiesto 500 euro in cambio della sua liberazione.   L’amica si è rivolta subito ai Carabinieri della Stazione di Villa Bonelli che assieme a lei si sono precipitati all’indirizzo indicato riuscendo a liberare la giovane. In quei concitati minuti, l'uomo ha tentato anche di autolesionarsi con un coltello da cucina, ma dopo essere stato bloccato è stato accompagnato in ospedale per essere medicato. Anche la giovane squillo è stata medicata presso una struttura sanitaria dove le hanno riscontrato un trauma cranico minore e contusioni agli arti, dimessa con 6 giorni di prognosi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' ai domiciliari e chiama una squillo: la minaccia e la rapina

RomaToday è in caricamento