Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Magliana Piazza Fabrizio De Andrè

Magliana: "Ragazzini rincorrono un rom armati di bastone, colpa del corteo anti degrado"

A raccontare i fatti sono due esponenti di Sel del Municipio. Il comitato organizzatore della protesta replica: "Polemica politica e strumentale, nessuna incitazione alla violenza"

C'è chi l'ha sponsorizzata come lotta al degrado e chi l'ha letta come vera "caccia ai rom". E' polemica sulla manifestazione di mercoledì 19 marzo a Magliana. Indetta dal neo comitato Magliana contro il Degrado, la protesta a Piazza de' Andrè, per qualcuno, lungi dal voler combattere realmente le condizioni di incuria in cui versa il quartiere, non avrebbe fatto altro che alimentare un clima di odio xenofobo tra i cittadini. 

LA DENUNCIA - "Siamo stati involontari testimoni di un tentativo di brutale violenza operato da una squadraccia di ragazzi (molti di loro minorenni) che, armati di bastone, hanno rincorso un povero coetaneo rom con l’intento evidente di malmenarlo". A denunciare l'episodio Alfredo Toppi, consigliere Sel dell'XI Municipio e Franco Moretti, coordinatore del partito sul territorio.  

"Il ragazzo ha trovato rifugio nel centro sociale, dove era in corso una riunione del Comitato di lotta per la casa - raccontano in un comunicato stampa - non contenti, gli aguzzini pretendevano che il ragazzo rom venisse loro consegnato per picchiarlo". Il fatto, "di una gravità inaudita", sarebbe da ricondurre "al clima di odio alimentato durante la manifestazione tenuta in precedenza in piazza de Andrè". Qui i partecipanti avrebbero "istigato i presenti a farsi giustizia da soli contro i rom e ad organizzarsi per perseguirli". 

LA REPLICA - Ma il comitato, raggiunto telefonicamente da Romatoday, ribatte alle accuse. "L'attacco di Sel è esclusivamente politico e strumentale. Nessuno ha aizzato nessuno a farsi giustizia da solo" replicano gli esponenti. D'altronde, "il problema del degrado nel quartiere è risaputo, non siamo certo i primi a denunciarlo, che sul Tevere ci sono fonderie abusive che rendono impossibile la vita ai residenti di Magliana è nei fatti. Non è questione di razzismo, i cittadini non ce la fanno più, il problema va semplicemente risolto il più rapidamente possibile, e guardato in tutta la sua gravità". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Magliana: "Ragazzini rincorrono un rom armati di bastone, colpa del corteo anti degrado"

RomaToday è in caricamento