Magliana Magliana

Magliana, barista in coma dopo rapina: in manette il quinto aggressore

Il malvivente è un cittadino romeno di 32 anni con precedenti e senza fissa dimora. E' stato fermato a largo Beltramelli, nel quartiere di Pietralata. In corso le indagini per risalire al sesto ed ultimo componente della banda

Arrestato il quinto componente della banda di romeni che lo scorso 7 settembre aggredì Ennio Casale, il barista di un caffé di piazza Santa Maria Maggiore, brutalmente picchiato nel corso di una rapina in via della Magliana a Roma e da allora in coma. Si tratta di un romeno di 32 anni, con precedenti, nella capitale senza fissa dimora.

I militari lo hanno bloccato in largo Beltramelli, nella zona di Pietralatra. Come gli altri quattro romeni arrestati sabato 25 settembre, è accusato di rapina e tentato omicidio aggravato. E' stato rinchiuso al carcere di Regina Coeli.

Sono in corso gli accertamenti per risalire al sesto ed ultimo componente della banda. Il gruppo di romeni, spiegano gli investigatori, "é fortemente sospettato di numerose altre rapine messe a segno nella capitale con lo stesso metodo: di notte avvicinavano le persone, le circondavano e toglievano loro quanto avevano addosso, accompagnando la loro azione con un inutile pestaggio della vittima".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Magliana, barista in coma dopo rapina: in manette il quinto aggressore

RomaToday è in caricamento