Magliana Trullo / Via della Magliana

"Ostaggi della Raggi": i lavori sul ponte della Magliana sono 'eterni', scatta la protesta

I cittadini contestano le file con un efficace striscione. L'opposizione municipale incalza: "non c'è pace nella mobilità del nostro quadrante"

Prima il restringimento che ha causato mesi di rallentamenti. Poi le ipotesi, successivamente smentite, sull'instabilità strutturale del ponte della Magliana. Ora i ritardi nel completamento dei cantieri della medesima infrastruttura. La viabilità nel quadrante che fa da cerniera tra la Roma Fiumicino ed il centro cittadino, resta piuttosto problematica.

#OstaggidellaRaggi: lo striscione

Nel fine settimana, tra sabato 13 e domenica 14 ottobre, ha fatto la comparsa uno striscione. "In fila da quattro mesi, vergognat" è stato scritto con della vernice spray rossa su un lenzuolo bianco. Sembra quasi una pasquinata. L'invettiva si conclude infatti con un efficace gioco di parole. Siamo "Ostaggi della Raggi", lamentano i sedicenti "romani" che hanno confezionato lo striscione. La polemica però ha messo poco tempo ad infiammarsi, soprattutto grazie alla sponda dei pendolari che utilizzano i social network.

Viadotto e ponte Morandi: le infrastrutture di Magliana sotto i riflettori

Due milioni per la manutenzione straordinaria

All'indomani del crollo del ponte Morandi a Genova, il Campidoglio aveva provato a smontare nascenti preoccupazioni sulle infrastrutture viarie presenti nel Municipio XI. In quell'occasione erano infatti stati annunciati dei lavori di manutenzione straordinaria per il ponte della MAgliana, per un valore pari a circa 2 milioni di euro, già messi nel bilancio del 2018. Ma il protrarsi di quei lavori, sta creando malumori dagli automobilisti già provati dalla fallimentare "canalizzazione" messa in atto durante l'estate. 

Il cantiere aperto

"I lavori attualmente in corso riguardano la messa in sicurezza delle barriere di protezione ed erano diventati improcrastinabili visto l'evidente grado di pericolosità. Sono inoltre stati già realizzati interventi sulle ali laterali verso il passaggio della ciclabile - ha chiarito su facebook l'assessore municipale ai lavori pubblici Giacomo Giujusa - Ci aspettano ulteriori fasi di lavorazione delle barriere ma poi soprattutto la manutenzione delle strutture e degli appoggi del ponte. Vi diremo man mano che acquisiremo le informazioni ma è palese la necessità di coniugare utilizzo con manutenzione e sicurezza" ha aggiunto l'assessore municipale.

La mobilità senza pace

Le spiegazioni fornite non hanno però soddisfatto l'opposizione.  I lavori del SIMU Roma Capitale, iniziati ad agosto,  hanno subito molteplici ritardi e modifiche al crono programma - ha osservato il capogruppo municipale di FdI Valerio Garipoli -  La conclusione era infatti prevista per fine agosto poi posticipata al 30 ottobre ed infine al 6 novembre. È assurdo tenere in ostaggio un intero quadrante già martoriato in questi mesi dalla sperimentazione del restringimento A91 sulla corsia opposta". Dello stesso tenore le critiche che arrivano da un ex grillino. "Per il nostro municipio non c'è pace sulla mobilità - ha dichiarato  infatti l'ex consigliere pentastellato Gianluca Martone - Da mesi siamo bloccati con i lavori di manutenzione del viadotto. Siamo ormai all'accanimento. Chi si occupa di lavori pubblici non ha ben chiaro che si tratta di un tratto di strada determinante per la viabilità della Capitale. Siamo molto preoccupati per questo modus operandi che sta portando solo disagi e ritardi" ha concluso caustico l'ex penstastellato, oggi passato nel gruppo misto del Municipio XI. Al di là delle critiche resta l'esigenza di coniugare le esigenze di sicurezza con quelle legate alla viabilità. Ma soprattutto restano le file. Una costante nelle infrastrutture viarie che attraversano il quadrante di Magliana. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ostaggi della Raggi": i lavori sul ponte della Magliana sono 'eterni', scatta la protesta

RomaToday è in caricamento