ArvaliaToday

Piano di zona Monte Stallonara: le strade da asfaltare restano la priorità

Il Comitato di Monte Stallonara ha incontrato il neo Assessore all'urbanistica di Roma Capitale. "Gli abbiamo chiesto di metter mano alle nostre strade. Sono anni che mangiamo la polvere. I panni invece non li stendiamo più: abbiamo comprato le asciugatrici"

Le famiglie che sono andate a vivere a Monte Stallonara lo sanno bene. Stendere i panni fuori dalle finestre, significa ritrovarseli coperti da una patina giallastra. Le strade non sono mai state asflatate e così, oltre che combattere contro le buche ed i danni che creano alle auto, a causa della polvere diventa difficile anche mettere il naso fuori dalla finestra.

LE STRADE BIANCHE - “Abbiamo chiesto ed ottenuto un appuntamento con il neo Assessore Paolo Berdini. Gli abbiamo ricordato tutti i problemi relativi al nostro piano di zona, facendogli notare che le opere primarie sono in ritardo mostruoso. Tra l’altro, dopo la denuncia del Consigliere regionale Fabrizio Santori, è partita anche un’indagine  da parte della Magistratura – spiega Monica Polidori, portavoce del Comitato di Monte Stallonara – la priorità comunque restano le strade. Sono rimaste bianche e piene di buche. Per questo abbiamo chiesto a Berdini di adoperarsi per farci mettere il binder, una sorta di asfalto grossolano”.

LA POLVERE ED IL PIANO DI ZONA - Per il resto delle opere che i residenti rivendicano, non si registrano novità. “L’assessore ci ha detto che a settembre partiranno dei tavoli di confronti con i Comitati – annuncia Polidori – saranno utili anche a noi per capire come si svilupperà questa vicenda”. Sul piano di zona da completare, si è svolto un incontro a fine luglio. “Erano presenti tutti gli operatori di Monte Stallonara, quindi sia i presidenti delle cooperative che i vari costruttori. Io, essendo riuscita ad avere la delega dal presidente della mia cooperativa, ho potuto partecipare. Mi sono sentita dire che se è tutto fermo è colpa dei cittadini che rivolgendosi a giornali e tv, hanno bloccato tutto per un po’ di polvere sugli stendini. Un insulto. A prescindere che la magistratura è intervenuta dopo un esposto di Santori, vorrei aggiungere che io e come me molte altre famiglie, lo stendino non soltanto non lo usiamo, ma neppure ce l’abbiamo. A causa della polvere che si depositava sui vestiti– conclude la Presidente del Comitato Monte Stallonara – abbiamo dovuto comprare l’asciugatrice”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Coronavirus, a Roma 1306 nuovi casi. D'Amato condanna: "Assurde le scene viste nei centri commerciali"

Torna su
RomaToday è in caricamento