Mercoledì, 4 Agosto 2021
Magliana Magliana / Viadotto della Magliana

Magliana, orti botanici e aree gioco sulle sponde del Tevere

A fronte del solito formarsi di discariche abusive, l'Associazione Magliana Viva invita l'amministrazione a proseguire con la bonifica dell'area golenale. "Con orti botanici municipali, aree cani e aree gioco si crea un vero Parco del Tevere"

Riqualificare le sponde del Tevere. E' questo l'imperativo morale verso cui,  associazioni, comitati e rappresentanti locali, sembrano convergere. Le segnalazioni sulle condizioni di degrado in cui insiste l'area golenale, sono ormai all'ordine del giorno.

"E' una situazione ai limiti della normalità quella che ogni giorno si può vedere nei pressi del Viadotto della Magliana, ai lati  della Pista Ciclabile e lungo l'argine del Fiume Tevere – osserva Claudio Coccitelli, segretario dell’Associazione Magliana Viva – parliamo di elettrodomestici, utensili di vario genere, rifiuti di tutti i tipi abbandonati tra la vegetazione che continua a crescere incontrollata senza che vengano attuate opere di potatura e disboscamento”.

Il persistente degrado, si salda con altri fenomeni come quello delle occupazioni abusive e dei roghi tossici. “L'anno scorso è stato inaugurato il Parco Del Tevere a pochi passi dal Viadotto e dalla pista ciclabile: la nostra richiesta alle Amministrazioni Locali e Cittadine – scrive in una nota l’Associazione Magliana Viva – è quella di proseguire con la bonifica di questa area golenale per garantire la fioritura di un bacino verde con la possibilità, attraverso bandi, di costituire orti botanici municipali, aree gioco per i bambini, l'ampliamento di spazi per gli animali, forme di intrattenimento per giovani alternative e all'aria aperta”.

In altre parole, anche l’associazione punta a garantire il decoro dell’area, migliorandone la fruizione. La ricetta per contrastare discariche ed occupazioni, come recentemente ricordato sia da Maurizio Veloccia che da Marco Palma, passa dunque per un frequente utilizzo di quegli spazi. Soluzioni che sembrano trovare tutti d’accordo e che necessariamente passano per il completamento di quel Parco del Tevere di cui, per ora, è stato realizzato soltanto il primo chilometro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Magliana, orti botanici e aree gioco sulle sponde del Tevere

RomaToday è in caricamento