menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Magliana, pochi cassonetti e ritardi nella raccolta rifiuti: “Così le strade diventano discariche”

Rifiuti in strada non solo durante le feste. Valerio Garipoli (FdI): “Segnalazioni frequenti. Nelle aree più critiche vanno incrementati i cassonetti”

Una batteria di cassonetti stradali circondata dai rifiuti. In via Ernesto Nathan, alla Magliana, un residente ha mostrato le condizioni in cui era ridotta la strada all’altezza della sua confluenza con via di Villa Bonelli.

La segnalazione

La foto scattata dall'abitante, condivisa sui social network, ha contribuito ad accendere i riflettori sulle condizioni della raccolta rifiuti nel quartiere. Ed ha consentito, grazie alle successive segnalazioni inoltrate ad Ama, che la strada nel corso della serata venisse ripulita dai sacchetti e dagli altri scarti che si erano accumulati.

La carenza di cassonetti

“In via Nathan molto spesso l’immondizia finisce per accumularsi intorno ai cassonetti” ha confermato Elisa, un'abitante di quella strada che è stata interpellata da Romatoday. Il problema segnalato dai cittadini, tende quindi a ripresentarsi ciclicamente. “Per quanto riguarda via Nathan, chi vi abita lamenta la riduzione nel numero di cassonetti che sono stati trasferiti da una postazione ad un’altra, lasciando alcuni punti più scoperti” ha spiegato Valerio Garipoli, già capogruppo di Fratelli d’Italia nel Municipio XI.

Le discariche a cielo aperto

La questione è stata seguita anche dall’ex presidente Mario Torelli che su facebook ha mostrato le foto della postazione prima e dopo l’intervento degli operatori Ama. “Le segnalazioni sono frequenti e ci sono delle zone che, frequentemente, si trasformano in discariche a cielo aperto. Mi riferisco, oltre al caso citato, a via dell’Impruneta, a largo Collodi ed a via della Magliana -ha osservato Valerio Garipoli - inviamo continuamente richieste d’intervento agli operatori di Ama. Bisogna incrementare il numero di cassonetti che, anche a seguito degli incendi succedutisi nel tempo, qui sono diminuiti”. 

I rifiuti durante le feste

In attesa di questo provvedimento, che non sarà immediato, occorre evitare il ripetersi di scene come quella segnalata in via Nathan. Eventualmente incrementando i passaggi degli operatori. Anche perchè, durante le feste, la quantità di scarti prodotti inevitabilmente finisce per aumentare. Ed il rischio del formarsi di nuove discariche, conseguentemente, diventa molto concreto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento