ArvaliaToday

Magliana: a Santa Passera i reperti della Roma Antica sono usati come panchine

Le travi di marmo, provenienti da un'antica necropoli romana, vengono utilizzi in via della Magliana come panchine. Palma (FdI): "Sono uno spazio di socialità dove si siedono gli utenti dell'autobus e dove trascorrono il tempo gli anziani"

C’è chi le utilizza per aspettare l’autobus perché, i posti sotto la pensilina, sono insufficienti. E chi invece ci si siede per riposarsi perché, su quel marciapiede, non ci sono delle panchine.

I reperti di Santa Passera

Davanti la chiesa del vicolo di Santa Passera, in via della Magliana, ci sono due reperti della Roma Antica che hanno trovato una curiosa funzione nell’epoca moderna. Si tratta di travi in travertino, di difficile datazione, usate in qualche edificio ormai scomparso. La zona, dall’età repubblicana a quella imperiale, era stata utilizzata come necropoli. Ma i continui saccheggi dei “tombaroli”, interessati a recuperare marmi e monili, hanno portato alla devastazione dell’area. I due reperti di travertino, lasciati sul marciapiede, sono probabilmente il lascito di quell’epoca. Anche se sono pochi i romani che, sedendovisi sopra, se ne rendono conto.

La moderna funzione

“E’ diventato un punto di grande socialità. Durante il giorno ci puoi trovare anziani che lì s’incontrano per trascorrere del tempo. Oppure viene utilizzato dalle persone che non trovano spazio alla seduta della pensilina Atac, visto che a pochi metri di distanza c’è una fermata dell’autobus”. Lasciate sul marciapiede, vicino ad una pista ciclabile, le trabeazioni di marmo, hanno perso l’antica funzione decorativa. Oggi sono comunque parte di un paesaggio che conserva forti ancoraggi col passato. Ed hanno anche trovato una nuova funzione, un’utilità sociale.

L'assenza di panchine

I marmi usati come panchine diventano anche l’occasione per ricordare che, in quel tratto di via della Magliana, servono delle sedute. Sul lato opposto della strada infatti, in corrispondenza di un’altra fermata dell’autobus, mancano le pensiline. In un recente passato qualche utente del trasporto pubblico si era “attrezzato” lasciando sul marciapiede delle apposite sedie. “Segnalai il caso ad Atac che nel luglio del 2018 rispose scrivendo che avrebbero valutato se era possibile installare una pensilina in quel tratto”. A distanza di un anno e mezzo l’arredo non è arrivato. Poco male. Sull'altro lato della strada, ci sono reperti archeologici che possano supplire alla loro assenza. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus Roma, studenti positivi a Nuovo Salario e Acilia. Sanificato plesso a Tor de' Schiavi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento