Magliana Trullo / Via della Magliana

Ex Buffetti: un anno fa la Sindaca annunciava la rimozione, ma l'amianto è ancora sui tetti

Sul tetto dell'ex stabilimento della Magliana le lastre di amianto sono rimaste al loro posto. Per rimuoverle bisognerà procedere "in danno"all'attuale proprietà. L'operazione sarà di competenza municipale

L'ex Fabbrica Buffetti continua ad essere piena di eternit. La rimozione dell'amianto dai tetti dei capannoni industriali, è tutt'altro che semplice. L'amministrazione è al lavoro ma per ora, il pericoloso materiale, è ancora lì. Tra i popolosi palazzi di Magliana.

L'annuncio della Sindaca

Il tema è stato affrontato anche dal Campidoglio. A metà novembre del 2017 la Sindaca aveva infatti annunciato "un'ottima notizia per le famiglie del quartiere Magliana, nella zona sud della città: è partita la richesta di procedere con urgenza alla rimozione dell'amianto dallo stabilimento ex Buffetti". Sembrava la svolta attesa da tutti. Invece grossi progressi, sul piano fattuale, non si sono registrati.

Amianto Ex Buffetti-2

L'opposizione invoca trasparenza

"Nel bilancio del municipio ci sono 5500 euro per la bonifica dell'amianto. Vengono fatti studi e sopralluoghi ma nel bilancio non c'è un solo euro – obietta l'ex pentastellato Giancluca Martone, oggi consigliere municipale del Gruppo Misto -  Se chi Governa ci fa sapere da quale capitolo di bilancio vengono stanziati i fondi e quando inizia la bonifica fa un operazione di trasparenza che ci tranquillizza e soprattutto riporta serietà sull'argomento".

Il tema è stato oggetto di un documento presentato nel parlamentino di Corviale. Da lì è partita la richiesta per ottenere quelle informazioni necessarie. Anche per capire come sia possibile che, ad un anno dall'annuncio e dai conseguenti attestati di soddisfazione dell'Organizzazione Nazionale Amianto, non sia cambiato molto.

I fondi a disposizione

"La procedura è stata passata in Municipio ed i fondi arriveranno direttamente dalla Ragioneria Generale – spiega l'assessore ai Lavori pubblici Giacomo Giujusa – La direzione tecnica ha effettuato di recente un sopralluogo. Siamo in attesa di conoscerne i risultati per procedere con un'operazione che, comunque, sarà in danno". Una scelta di cui, in Municipio XI, si parlava già dall'ottobre 2017.

L'indagine della Commissione trasparenza di Roma Capitale

L'ex fabbrica continua ad essere un edificio fatiscente ed insicuro. All'interno del muro perimetrale c'è un varco che è stato spesso utilizzato come accesso da persone senza fissa dimora. Più volte, nel corso degli anni, lì si sono verificati pericolosi incendi. Ma nonostante l'attenzione riservata dalle varie consiliature, l'ex Buffetti continua a non essere bonificata. "Le lungaggini che ci sono state – chiarisce Giujusa – sono dovute anche al ricorso al Tar presentato e perso dalla proprietà. Dopodichè è stato necessario attendere per capire se volesse presentare un ricorso al Consiglio di Stato". L'opzione non è però stata praticata. Ora sta al municipio, con i soldi di Roma Capiale, mettere insieme la macchina organizzativa per bonificare l'area. Migliaia di persone lo stanno chiedendo da troppo tempo. Ne vale della loro salute.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Buffetti: un anno fa la Sindaca annunciava la rimozione, ma l'amianto è ancora sui tetti

RomaToday è in caricamento