ArvaliaToday

Corviale, all’ombra del Serpentone arriva "l’Osteria dei miracoli"

Nello stabile dell’ associazione Calciosociale previsto l’avvio dell’orginale progetto, in sinergia con la Regione ed Arsial: “Sarà un modello di osteria sociale”

Il valore inclusivo dello sport e quello aggregativo dell’osteria si fondono. Nello spazio dell’associazione Calciosociale, all’ombra del Serpentone, sta per partire un nuovo esperimento. E’ quella la sede che ospiterà infatti l’Osteria dei Miracoli.

La raccolta fondi

Il progetto è lanciato da Slow Food Roma e dalla sua rete di osti nel corso di una serata che ha visto collaborare Regione e Car, Arsial e Associazione dei panificatori di Roma. Un appuntamento utile per raccogliere i fondi con cui acquistare le attrezzature professionali da cucina e per allestire un orto urbano nella futura sede dell’osteria. “E’ stata una serata importante per le famiglie del Corviale”  ha dichiarato il Massimo Vallati, fondatore di Calciosociale. Anche perchè in quel modo si dimostra, ha sottolineato Vallati, che “anche il Corviale può essere una vetrina di altissimo livello”.

Il progetto

In via Poggio Verde sta quindi per partire quello che Francesca Rebecchi, di Slow Food, ha definito “un modello di soteria sociale” in linea con quanto “sta accadendo nel resto del mondo dove vengono realizzati progetti per le persone che non hanno accesso al cibo sano e buono”. A Corviale, grazie a quest’iniziativa, sarà garantita questa possibilità. E non solo. Perchè l’Osteria che nascerà nel cosiddetto “Campo dei Miracoli”, è destinata ad avere anche interessanti sbocchi occupazionali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un circolo virtuoso

“Stiamo costruendo una rete  - ha dichiarato Antonio Rosati, presidente di Arsial - per fare in modo che l'associazione guidata da Massimo Vallati possa realizzare e completare la cucina in modo che si possa produrre lavoro, dare una prospettiva a tanti ragazzi e ragazze nella filiera del cibo”. Un circolo virtuoso quindi che salda al settore enogastronomico la possibilità di creare delle reali opportunità occupazionali. Il tutto in un quartiere su cui, dopo tanti anni ed altrettante promesse, si è tornato ad investire. Sembra quasi un miracolo. Più prosaicamente, sarà un'Osteria dei Miracoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento