ArvaliaToday

Corviale, il Mitreo rimane al suo posto. Raggi: "È un posto speciale"

Prorogata fino a luglio la convenzione con l'associazione che gestisce lo spazio culturale. Sono chiusi da marzo a causa del Covid

La protesta dei cittadini ha fatto breccia. Più di cento persone, debitamente distanziate, sono scese in piazza per chiedere all’amministrazione di mantenere il Mitreo al proprio posto. In via Marino Mazzacurati, a Corviale, dove da 15 anni eroga un servizio prezioso per una vasta comunità.

La disdetta della convenzione

L’amministrazione ha deciso di prorogare i termini di una convenzione che, finora, era stata automaticamente rinnovata. Ma che proprio il Campidoglio aveva messo in discussione chiedendo, già nel 2018, la disdetta della concessione. Oggi però, il valore di quella realtà, è stato riconosciuto anche da Roma Capitale.  

Un posto speciale

“A Corviale, nella periferia ovest di Roma, c’è un posto speciale. Uno spazio aperto ai cittadini e agli artisti, dove la cultura e l’arte contemporanea diventano strumento per creare spirito di comunità, riportare legalità e promuovere la creatività dei giovani che vivono in un quartiere difficile. Il Mitreo di Corviale è tutto questo” ha dichiarato la Sindaca.

L'annuncio della Sindaca

Quello spazio, che ospita in maniera stabile numerose associazioni ed al cui interno si svolgono corsi di danza per bambine, laboratori di pittura, corsi di arti marziali, “rischiava di chiudere” ha ricordato Raggi. Nella narrazione capitolina “per scadenza della concessione”. Dopo le proteste dei cittadini ed anche a seguito di alcuni incontri con la delegata alle periferie, quell’esperienza è stata salvata.  “Siamo riusciti a prorogarla fino a luglio e, nel frattempo, avvieremo un percorso per dare continuità a questa esperienza importantissima”.

Una prolungata chiusura

La decisione è stata accolta con comprensibile soddisfazione da chi, per 15 anni, ha garantito l’esistenza di un presidio socio culturale di Corviale. “Noi avevamo chiesto la proroga per avere un po’ di ossigeno poichè, a causa del Covid, da marzo non possiamo più svolgere le nostre attività” ha spiegato Monica Melani, responsabile dello spazio. Nel frattempo però le utenze e le rate dei mutui contratti negli anni per mantenere in funzione lo spazio, il Mitreo ha continuato a pagarli.

L'auspicio

“Siamo grati al territorio per l’affetto che ci ha dimostrato partecipando in maniera massiccia all’iniziativa che si è svolta sabato 28 novembre. Noi siamo ancora chiusi -  ha spiegato Monica, perchè bisogna rispettare  le misure pensate per contrastare la seconda ondata del Covid 19 - Ma non vediamo l’ora di riaprire”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento