rotate-mobile
Corviale Corviale / Via Poggio Verde

Corviale: per la rigenerazione urbana in arrivo altri fondi dal PNRR

Assessore Valeriani: “Sarà possibile disporre di altre risorse per interventi di recupero urbano ed inclusione sociale”

Non c’è solo il “Campo dei miracoli” recentemente inaugurato dal presidente Mattarella. Né il rilancio di Corviale può ridursi alla riqualificazione del quarto piano.

I fondi del PNRR

Per il rilancio del quartiere sono molte le azioni da concertare. E, inevitabilmente, molte devono essere anche le risorse. Grazie ad un accordo tra la Regione, Roma Capitale ed Ater, “il Serpentone” è stato inserito nel Piano integrato provinciale. L’iniziativa consentirà di usufruire dei fondi del Piano nazionale ripresa e resilienza assegnati all’ex provincia di Roma. Si tratta di fondi destinati alla riqualificazione del patrimonio edilizio, delle aree verdi e dei luoghi di incontro, con l’obiettivo di contrastare fenomeni di emarginazione sociale e disagio abitativo.

Gli investimenti in corso

“Dopo gli investimenti regionali che stanno portando alla rinascita del quarto piano di Corviale con la realizzazione di 103 nuovi alloggi pubblici - ha premesso l'assessore regionale alle politiche abitative Massimiliano Valeriani -  la regione Lazio ha già assegnato all’Ater di Roma 40 milioni di euro di fondi Pnrr per opere di riqualificazione ed efficientamento energetico del complesso di edilizia residenziale arrivando a un finanziamento complessivo di 90 milioni di euro, mentre con il successivo inserimento dell’ambito di Corviale nel Piano integrato della Città metropolitana sarà possibile disporre di altre risorse per favorire maggiori interventi di recupero urbano ed inclusione sociale”. In tal modo, per il quartiere, arrivano altri 50 milioni di euro.

Risorse per nuovi servizi

“Grazie al Pnrr, Roma Capitale destinerà ulteriori 50 milioni di euro per migliorare la dotazione di servizi, spazi pubblici e aree verdi di Corviale: queste risorse, inoltre, consentiranno ad Ater di continuare la riqualificazione già intrapresa, in particolare nella trancia H, in termini di efficientamento energetico e riqualificazione delle aree comuni - ha spiegato Maurizio Veloccia l' assessore all’urbanistica di Roma Capitale - Si tratta di un intervento che consentirà di rigenerare non solo le aree di edilizia residenziale ma anche i tanti servizi che, nel corso degli anni, Roma Capitale ha già implementato in questo quadrante”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corviale: per la rigenerazione urbana in arrivo altri fondi dal PNRR

RomaToday è in caricamento