Sabato, 31 Luglio 2021
/~shared/avatars/4227810689212/avatar_1.img

R

Rank 2.0 punti

Iscritto giovedì, 23 novembre 2017

Ostia, siamo noi...

"Egregio Roberto, la penso come lei su tutto, ma se è pur vero che Ostia siamo noi dovremmo fare qualcosa per farlo capire a chi non ne è più sicuro o a chi autonomamente e con la violenza vuole impadronirsene.dovremmo cominciare innanzitutto a non tollerare più comportamenti illeciti, segnalandoli alle forze dell'ordine, oppure rispettare e far rispettare, da chi non lo fa, il decoro di quella che un tempo era una cittadina da sogno. lo scempio che ogni giorno si vede vicino ai cassonetti dei rifiuti non è solo colpa di AMA, ma soprattutto di chi sporca con il gusto di farlo, fare la differenziata non deve essere solo privilegio di pochi ma dovere di tutti, non tollerare più la maleducazione stradale che comporta la sosta in seconda e terza fila e soprattutto l'occupazione indebita dei posti riservati ai disabili, il mancato rispetto delle principali regole del codice stradale. gli anormali non sono le persone civili, sono gli altri, quelli che non lo sono o non si ricordano più di esserlo. proposta: perchè non costituire un comitato di indignati che sproni e coadiuvi l'amministrazione municipale nel tentativo di riportare Ostia alla fama che merita; no alle mafie si al mare e al turismo nel rispetto del territorio e dei suoi cittadini."

1 commenti

Circolazione veicolare via dell'Aeroporto

se la mattina vi capita di utlizzare via dell'aeroporto per andare verso Fiumicino vedrete che oltre ad esserci perennemente la fila di auto che va dal ponte della Scafa al bivio Fiumicino [...]

Ostia, ma quale differenziata?

nei pressi dell'ipermercato Panorama ad Ostia in via delle Azzorre angolo Appagliatore, sebbene si stia in qualche modo cercando di effettuare la differenziazione dei rifiuti malgrado la [...]

Ostia, siamo noi...

"Egregio Roberto, la penso come lei su tutto, ma se è pur vero che Ostia siamo noi dovremmo fare qualcosa per farlo capire a chi non ne è più sicuro o a chi autonomamente e con la violenza vuole impadronirsene.dovremmo cominciare innanzitutto a non tollerare più comportamenti illeciti, segnalandoli alle forze dell'ordine, oppure rispettare e far rispettare, da chi non lo fa, il decoro di quella che un tempo era una cittadina da sogno. lo scempio che ogni giorno si vede vicino ai cassonetti dei rifiuti non è solo colpa di AMA, ma soprattutto di chi sporca con il gusto di farlo, fare la differenziata non deve essere solo privilegio di pochi ma dovere di tutti, non tollerare più la maleducazione stradale che comporta la sosta in seconda e terza fila e soprattutto l'occupazione indebita dei posti riservati ai disabili, il mancato rispetto delle principali regole del codice stradale. gli anormali non sono le persone civili, sono gli altri, quelli che non lo sono o non si ricordano più di esserlo. proposta: perchè non costituire un comitato di indignati che sproni e coadiuvi l'amministrazione municipale nel tentativo di riportare Ostia alla fama che merita; no alle mafie si al mare e al turismo nel rispetto del territorio e dei suoi cittadini."

1 commenti
RomaToday è in caricamento