/~shared/avatars/14943183726740/avatar_1.img

La Compagnia della Terra Alta

Rank 71.0 punti

Iscritto venerdì, 24 aprile 2015

"Pasticceri in strada", che delusione! Centocelle sommersa di salami, gli organizzatori di proteste

"Gentili Lettori,
a seguito di alcune critiche e lamentele nei confronti dell’evento
Castani in Fiera - edizione Pasticceri in strada vogliamo precisare alcuni aspetti e dati emersi non veritieri ed infondati.
Ovviamente ci dispiace che a qualcuno non sia piaciuta la festa o ne sia rimasto deluso, sarà uno spunto per migliorarci ma è indubbio che l’evento, che ha riscontrato oltre 30.000 visitatori, ha riscosso molto successo e, soprattutto, era ad ingresso libero con molte attività gratuite.
D'altra parte, sia direttamente sul posto, attraverso il nostro punto informazioni, che tramite i nostri contatti diretti con diversi negozianti, non abbiamo ricevuto nessuna segnalazione di questo tipo, quindi intitolare un articolo "gli organizzatori sommersi dalle proteste" è davvero paradossale!
Facciamo quindi un po’ di chiarezza e magari snoccioliamo qualche numero per dare una immagine più realistica della festa, partendo da una piccola premessa che serve anche a comprendere chi siamo e cosa facciamo:
L'associazione La Compagnia della Terra Alta, insieme ad altre associazioni, è risultata vincitrice di un Avviso pubblico esperito dal Municipio Roma V, il quale prevedeva la realizzazione di sole 4 manifestazioni sul tratto di strada interessato per l'annualità 2015.
Il progetto presentato e vincitore obbliga noi organizzatori a rispettare alcuni parametri tra cui la composizione della parte commerciale, dove il numero massimo di gazebo-espositori non deve essere superiore a 30 unità, equamente divisi tra aziende agricole, produttori, artigiani-dimostratori.
Il progetto prevede inoltre anche momenti di socializzazione, intrattenimento e didattica che le nostre associazioni amiche curano attraverso la realizzazione di fattorie didattiche, i laboratori creativi, il teatrino dei burattini ed altre attività.
Il titolo dell'evento, come si può ben notare anche dalla locandina è Mostra Mercato, titolo proprio dell'Avviso pubblico, che lascia ben capire la natura dell'evento.
Castani in fiera, come sottotitolo, è il nome del progetto.
Pasticcieri in strada invece era riferito alla caratteristica di questa edizione.
Su 30 espositori ammissibili, 3 erano pasticceri che sfornavano al momento i loro prodotti: la Bottega del tiramisù, Le Bontà Artenesi - antico forno Petriglia, Gigi uno chef a domicilio.
Solamente loro hanno prodotto più di 400 tiramisù espressi, oltre 800 bombe ripiene, 400 maritozzi giganti, 200 sfogliatelle alla crema, e diverse altre bontà che venivano impastate, assemblate, lavorate e sfornate o cotte all'istante.
Tra gli altri 27 relativamente alla pasticceria erano presenti:
Dolci e Tradizioni di Sezze (presidio Slow Food e Natura in Campo della Regione Lazio-Arsial), Le Bontà di Caronte (pasticceria tipica siciliana che nella sola giornata di domenica ha preparato oltre 800 cannoli siciliani), Cioccolato Artigianale di Perugia, i dolci secchi dell'azienda Colle della Croce, Calabrisella con la pasticceria tipica calabrese fatta di pasta di mandorle, Da & Co una società esclusivista dei prodotti tipici del consorzio delle aziende del parco nazionale del Gran Sasso con torroni, torroncini e cioccolateria varia, Don Pachito con i dolci tipici abruzzesi, infine NS Creazioni con confetti di Sulmona e liquirizia.
Dei restanti solo 3 con Salumi e Porchetta.
Nessun venditore di pentole, di DVD, di fiori o quant'altro come qualcuno ha accennato, magari riferendosi a passate edizioni non gestite dalla presente associazione. A meno che non ci si riferisca ad ambulanti abusivi che si inseriscono lungo il percorso della manifestazione, però quello è un altro ordine di problema che non dipende certo da noi e che investe autorità competenti.
Possiamo capire l'insoddisfazione di qualcuno ma per favore non ci confondete con i Tredicine del momento o con chi per anni prima di noi ha gestito gli eventi su via dei castani. La nostra associazione oltre ad organizzare questi eventi collabora con altre associazioni culturali e no profit, lavora nelle scuole ed organizza visite all'interno delle Fattorie didattiche del Comune di Roma, centri estivi per bambini, corsi e laboratori didattici. Collabora con diverse parrocchie del territorio di Roma, partecipa attivamente a progetti di inclusione sociale, sostiene campagne di sensibilizzazione insieme ad altre associazioni No Profit alcune presenti anche nella stessa giornata della fiera, come Save The Children, Medici senza Frontiere, Green Peace, Parent Project, I Piccoli Giganti Onlus. Noi siamo un'altra cosa.
Tutto quello che facciamo ed organizziamo è autofinanziato, non prendiamo soldi da nessun ente e da nessun commerciante, ci assumiamo i rischi di impresa per eventi organizzati in un solo giorno e riusciamo sempre a far divertire e giocare migliaia di bambini e il gradimento tra i visitatori è sempre molto alto.
Ora bisognerebbe capire se l'accanimento di qualche commentatore proviene da qualche espositore che per noi non ha requisiti di partecipazione o da qualche negoziante della via che era più attaccato alla vecchia gestione. Questo dubbio lo lasciamo ai gentili lettori."

8 commenti
  • Invio contenuti (generico): 20 Contenuti inviati
RomaToday è in caricamento