Sabato, 18 Settembre 2021
FABRIZIO D'AGOSTINO

FABRIZIO D'AGOSTINO

Rank 14.0 punti

Iscritto venerdì, 26 agosto 2011

Ostia, festa Sant'Agostino, Paletta: "Tanto commercio e poca religione"

"Leggo con un certo rammarico che il dott. Paletta ha usato un appellativo denigratorio nei confronti di Scientology, scandalizzandosi per il fatto che tempo fa ha trovato un banchetto per presentare le opere del fondatore di Scientology davanti alla chiesa di Santa Monica.

Premesso che quel banchetto era autorizzato, altrimenti non sarebbe stato là, mi chiedo che cosa ha spinto il dott. Paletta ad esprimersi in quel modo, sicuramente non adatto ad un funzionario che rappresenta un’istituzione pubblica, e quindi i cittadini di ogni credo religioso.

La prima riflessione che mi sento di fare è che la disinformazione produce diffidenza e, in certi casi, perfino intolleranza. Voglio credere che questo sia il motivo per cui il dott. Paletta si è espresso in quel modo.

Il dott. Paletta deve sapere che Scientology è riconosciuta come religione da molti studiosi.

Ad esempio, il prof. Dario Sabbatucci, già titolare della cattedra di Storia delle Religioni alla Sapienza di Roma, si è espresso inequivocabilmente in questo senso.

Don Aldo Natale Terrin, docente all’università Cattolica di Milano e all’università di Urbino, nonché ordinario di scienza delle religioni all’Istituto Pontificio di Liturgia Pastorale di Santa Giustina, a Padova, nel suo saggio “Scientology: una religione moderna per una società moderna?” ha scritto: “Credo che attraverso queste diverse scansioni del pensiero e della dottrina di R. Hubbard si arrivi a legittimare Scientology nel contesto delle altre esperienze ‘religiose’ dell’umanità, esperienze di cui abbiamo estremo bisogno per superare la prepotenza sempre più irrazionale, istintuale e violenta del mondo in cui purtroppo ci troviamo a vivere.”

Probabilmente il dott. Paletta non sa che in Italia c’è ormai una consolidata e consistente giurisprudenza che riconosce la natura religiosa di Scientology e la legalità delle attività delle sue chiese e missioni.

Comprendo il dispiacere del dott. Paletta nel ravvedere poco spirito religioso tra i banchetti commerciali che vengono disposti in occasione della festa di Sant’Agostino, ma credo che il modo per elevare la spiritualità di una tale festività non sia quello di offendere il credo altrui.

Rimanendo a disposizione per ulteriori chiarimenti e informazioni, porgo cordiali saluti.

Fabrizio D'Agostino
Chiesa di Scientology di Roma e Mediterraneo"

1 commenti

Ostia, festa Sant'Agostino, Paletta: "Tanto commercio e poca religione"

"Leggo con un certo rammarico che il dott. Paletta ha usato un appellativo denigratorio nei confronti di Scientology, scandalizzandosi per il fatto che tempo fa ha trovato un banchetto per presentare le opere del fondatore di Scientology davanti alla chiesa di Santa Monica.

Premesso che quel banchetto era autorizzato, altrimenti non sarebbe stato là, mi chiedo che cosa ha spinto il dott. Paletta ad esprimersi in quel modo, sicuramente non adatto ad un funzionario che rappresenta un’istituzione pubblica, e quindi i cittadini di ogni credo religioso.

La prima riflessione che mi sento di fare è che la disinformazione produce diffidenza e, in certi casi, perfino intolleranza. Voglio credere che questo sia il motivo per cui il dott. Paletta si è espresso in quel modo.

Il dott. Paletta deve sapere che Scientology è riconosciuta come religione da molti studiosi.

Ad esempio, il prof. Dario Sabbatucci, già titolare della cattedra di Storia delle Religioni alla Sapienza di Roma, si è espresso inequivocabilmente in questo senso.

Don Aldo Natale Terrin, docente all’università Cattolica di Milano e all’università di Urbino, nonché ordinario di scienza delle religioni all’Istituto Pontificio di Liturgia Pastorale di Santa Giustina, a Padova, nel suo saggio “Scientology: una religione moderna per una società moderna?” ha scritto: “Credo che attraverso queste diverse scansioni del pensiero e della dottrina di R. Hubbard si arrivi a legittimare Scientology nel contesto delle altre esperienze ‘religiose’ dell’umanità, esperienze di cui abbiamo estremo bisogno per superare la prepotenza sempre più irrazionale, istintuale e violenta del mondo in cui purtroppo ci troviamo a vivere.”

Probabilmente il dott. Paletta non sa che in Italia c’è ormai una consolidata e consistente giurisprudenza che riconosce la natura religiosa di Scientology e la legalità delle attività delle sue chiese e missioni.

Comprendo il dispiacere del dott. Paletta nel ravvedere poco spirito religioso tra i banchetti commerciali che vengono disposti in occasione della festa di Sant’Agostino, ma credo che il modo per elevare la spiritualità di una tale festività non sia quello di offendere il credo altrui.

Rimanendo a disposizione per ulteriori chiarimenti e informazioni, porgo cordiali saluti.

Fabrizio D'Agostino
Chiesa di Scientology di Roma e Mediterraneo"

1 commenti
RomaToday è in caricamento