rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Antonio

Antonio

Rank 4.0 punti

Iscritto sabato, 11 febbraio 2012

Primavalle, al via il cantiere per le nuove case popolari: "Belle, ecologiche e all'avanguardia"

"E a chi andranno queste belle case? Ai lavoratori che hanno pagato per anni la Gescal? O quelli che sono tartassati di tasse senza poter sfuggire a nulla? No! NO!NNOOOO!! Andranno certamente a quelli che le tasse e la Gescal non l'hanno mai pagata. A quelli che allo Stato in tasse han mai dato niente o quasi....
Perché? Semplice!
Questo è il Paese dove chi paga non ha mai niente... E chi non paga ha sempre tutto o quasi tutto.
W l'Italia!!!"

3 commenti

Puzza, topi e sporcizia sui marciapiedi: benvenuti a Torrevecchia

"A Boccea mostra permanente del materasso ... fuori dei cassonetti :: Segnalazione a Roma
„Non diamo sempre la colpa alle istituzioni. Qui la colpa e dei singoli. Della nostra inciviltà. Della nostra maleducazione. Della nostra stoltezza. Del fatto che siamo un popolo che peggiora sempre di più perché infantile solo capace dei scaricare sugli "altri" le proprie responsabilità. Senza mai prendersi una responsaqbilità e risponderne.
Anche quando, come in questo caso, l'AMA sta gratuitamente raccogliendo i rifiuti corposi al piano. Ma forse quelli che hanno discaricato quì non pagano nemmeno l'immondizia, e quindi non possono telefonare per farseli venire a raccogliere dentro casa.
Siamo "gente" che sa predicare severamente il rigore "per" gli altri, ma è imperdonabilmente indulgente verso il proprio comportamento censurabile.“"

3 commenti

A Boccea mostra permanente del materasso ... fuori dei cassonetti

"Non diamo sempre la colpa alle istituzioni. Qui la colpa e dei singoli. Della nostra inciviltà. Della nostra maleducazione. Della nostra stoltezza. Del fatto che siamo un popolo che peggiora sempre di più perché infantile solo capace dei scaricare sugli "altri" le proprie responsabilità. Senza mai prendersi una responsaqbilità e risponderne.
Anche quando, come in questo caso, l'AMA sta gratuitamente raccogliendo i rifiuti corposi al piano. Ma forse quelli che hanno discaricato quì non pagano nemmeno l'immondizia, e quindi non possono telefonare per farseli venire a raccogliere dentro casa.
Siamo "gente" che sa predicare severamente il rigore "per" gli altri, ma è imperdonabilmente indulgente verso il proprio comportamento censurabile."

3 commenti

Municipio XIV, bocciate proposte su occupazioni: è polemica

"Quello di PDL e FDI è la solita proposta metodologicamente parlando del "crea il problema e poi trova la soluzione" ovvero "sgomberare gli stabili e poi studiare soluzioni legali alternative per le famiglie occupanti" Invece sarebbe stato meglio che il Consiglio si fosse concentrato su questo: studiamo e avviamo le soluzioni legali alternative per le famiglie degli occupanti e poi liberiamo gli stabili occupati". Solo che per trovare le soluzioni legali ci vuole forte una volontà politica di chi si è assunto il compito di amministrare la città. Sia che sia al governo della città che del municipio. Sia di chi stà all'opposizione. La prima soluzione legale è la requisizione degli appartamenti non affittati da almeno 6-12 mesi facenti parte degli immobili in dotazione alle grandi proprietà immobiliari, società, enti pubblici e privatizzati. Secondo mettere a punto uno strumento di sostegno a garanzia del pagamento dell'affitto (una forma di tipo fidejussoria) il cui valore va determinato in una misura quantitativa sostenibile. Fondo che intervenga non a fondo perduto, ma sotto forma di prestito rimborsabile in due forme: restituzione ratealizzata entro un determinato periodo, oppure con una prestazione lavorativa in servizi di utilità sociale e pubblica di equivalente entità. Ciò al fine che di questo sostegno ne beneficiano i soliti furbi e non chi ha effettivamente bisogno.
L'emergenza abitativa è data da vari fattori divisi in varie fattispeci che vanno affrontate in maniera specifica e appropriata. Gli sfratti per finita locazione non devono essere ammessi, se non per una giusta causa, per gli Inquilini delle medie e grandi proprietà immobiliari. Gli sfratti per morosità incolpevole, nella parte riferita alle situazioni ove si sono verificati rinnovi dei contratti con aumenti spropositati dei canoni, vanno dichiarati nulli e ricondotti a una misura in cui gli incrementi sul canone precedente non superi un valore superiore ad esempio il 10%. Gli sfratti per morosità incolpevole per perdita del posto di lavoro o riduzione del salario per trasformazione del contratto da tempo pieno a tempo parziale vanno bloccati e gli interessati sia assegnato un ostegno economico a fondo pertuta con le modalità di un prestito rimborsabile gradualmente anche con prestazioni di lavoro in servizi di utilità pubblica e sociale."

1 commenti

Guerra ai canoni in nero: un'altra vittoria legale di Unione Inquilini

"I conduttori sono tutelati a livelli eccessivi rispetto ai locatori? Ma stiamo scherzando? Forse quando c'era l'equo canone poteva valere in un certo senso questa affermazione, non certo ora, visto che al termine del contratto 4+4 a libero mercato e 3+2 in regime di convenzione, non c'è alcun obligo di rinnovo se il locatore non lo vuole rinnovare. Certo, questo può valere per chi ha un'appertamento che affitta in attesa di darlo al figlio/a... Ma per le medie e grandi proprietà è un'arma letale. Che poi la rendita del 3-4% sia poco, non sta ne in celo né in terra. Quale altro investimento da una resa del genere? I bot? Le azioni? I conti correnti? I libretti di risparmio? Tenuto conto che poi l'investimento immobiliare ha una rivalutazione del capitale pressoché certa, salvo cicli periodali di stagnazione o abbassamento dei prezzi che però allo stato nella realtà non si vedono. E se ci fossero sarebbero un ripiegamento "tecnico" dopo la vergognosa rivalutazione avuta in qyesti ultimi due o tre lustri, granzie anche alla soverchiande rendita dell'intermediazione immobiliare che c'è stata col sorgere di innumerevoli agenzie immobiliari che si sono accaparrate una fetta considetente della rivalutazione ai danni di chi compra soprattutto per necessità di avere un tetto sicuro."

24 commenti

Ordinanze, previsioni e istituzioni: Roma si prepara alla neve

"Caro Sindaco, sulla prima pagina del sito del Comune fino a qualche giorno fa era indicato la deroga al limite massimo di 12 ore per l'accensione del riscaldamento fino a domenica 12 febbraio. Dato che la necessità di un ulteriore prolungamento di dato si impone, non pensa che sia opportuno metterlo in modo che enti ed amministratori di condomini non si trincerino dietro questa assenza... ? Chi ha contatti col gabinetto del sindaco... può sollecitarlo? Grazie!"

20 commenti

Ordinanze, previsioni e istituzioni: Roma si prepara alla neve

"Sarà anche stata emanata l'ordinanza per il verde, ma gli addetti preposti all'intervento non l'hanno granchè applicata se dalla prima nevicata sul muro torto sul marciapiede sporgente anche sulla careggiata in diversi punti ci sono i rami caduti tra venerdì e domenica... A quando interverranno?"

20 commenti

Primavalle, al via il cantiere per le nuove case popolari: "Belle, ecologiche e all'avanguardia"

"E a chi andranno queste belle case? Ai lavoratori che hanno pagato per anni la Gescal? O quelli che sono tartassati di tasse senza poter sfuggire a nulla? No! NO!NNOOOO!! Andranno certamente a quelli che le tasse e la Gescal non l'hanno mai pagata. A quelli che allo Stato in tasse han mai dato niente o quasi....
Perché? Semplice!
Questo è il Paese dove chi paga non ha mai niente... E chi non paga ha sempre tutto o quasi tutto.
W l'Italia!!!"

3 commenti

Puzza, topi e sporcizia sui marciapiedi: benvenuti a Torrevecchia

"A Boccea mostra permanente del materasso ... fuori dei cassonetti :: Segnalazione a Roma
„Non diamo sempre la colpa alle istituzioni. Qui la colpa e dei singoli. Della nostra inciviltà. Della nostra maleducazione. Della nostra stoltezza. Del fatto che siamo un popolo che peggiora sempre di più perché infantile solo capace dei scaricare sugli "altri" le proprie responsabilità. Senza mai prendersi una responsaqbilità e risponderne.
Anche quando, come in questo caso, l'AMA sta gratuitamente raccogliendo i rifiuti corposi al piano. Ma forse quelli che hanno discaricato quì non pagano nemmeno l'immondizia, e quindi non possono telefonare per farseli venire a raccogliere dentro casa.
Siamo "gente" che sa predicare severamente il rigore "per" gli altri, ma è imperdonabilmente indulgente verso il proprio comportamento censurabile.“"

3 commenti

A Boccea mostra permanente del materasso ... fuori dei cassonetti

"Non diamo sempre la colpa alle istituzioni. Qui la colpa e dei singoli. Della nostra inciviltà. Della nostra maleducazione. Della nostra stoltezza. Del fatto che siamo un popolo che peggiora sempre di più perché infantile solo capace dei scaricare sugli "altri" le proprie responsabilità. Senza mai prendersi una responsaqbilità e risponderne.
Anche quando, come in questo caso, l'AMA sta gratuitamente raccogliendo i rifiuti corposi al piano. Ma forse quelli che hanno discaricato quì non pagano nemmeno l'immondizia, e quindi non possono telefonare per farseli venire a raccogliere dentro casa.
Siamo "gente" che sa predicare severamente il rigore "per" gli altri, ma è imperdonabilmente indulgente verso il proprio comportamento censurabile."

3 commenti

Municipio XIV, bocciate proposte su occupazioni: è polemica

"Quello di PDL e FDI è la solita proposta metodologicamente parlando del "crea il problema e poi trova la soluzione" ovvero "sgomberare gli stabili e poi studiare soluzioni legali alternative per le famiglie occupanti" Invece sarebbe stato meglio che il Consiglio si fosse concentrato su questo: studiamo e avviamo le soluzioni legali alternative per le famiglie degli occupanti e poi liberiamo gli stabili occupati". Solo che per trovare le soluzioni legali ci vuole forte una volontà politica di chi si è assunto il compito di amministrare la città. Sia che sia al governo della città che del municipio. Sia di chi stà all'opposizione. La prima soluzione legale è la requisizione degli appartamenti non affittati da almeno 6-12 mesi facenti parte degli immobili in dotazione alle grandi proprietà immobiliari, società, enti pubblici e privatizzati. Secondo mettere a punto uno strumento di sostegno a garanzia del pagamento dell'affitto (una forma di tipo fidejussoria) il cui valore va determinato in una misura quantitativa sostenibile. Fondo che intervenga non a fondo perduto, ma sotto forma di prestito rimborsabile in due forme: restituzione ratealizzata entro un determinato periodo, oppure con una prestazione lavorativa in servizi di utilità sociale e pubblica di equivalente entità. Ciò al fine che di questo sostegno ne beneficiano i soliti furbi e non chi ha effettivamente bisogno.
L'emergenza abitativa è data da vari fattori divisi in varie fattispeci che vanno affrontate in maniera specifica e appropriata. Gli sfratti per finita locazione non devono essere ammessi, se non per una giusta causa, per gli Inquilini delle medie e grandi proprietà immobiliari. Gli sfratti per morosità incolpevole, nella parte riferita alle situazioni ove si sono verificati rinnovi dei contratti con aumenti spropositati dei canoni, vanno dichiarati nulli e ricondotti a una misura in cui gli incrementi sul canone precedente non superi un valore superiore ad esempio il 10%. Gli sfratti per morosità incolpevole per perdita del posto di lavoro o riduzione del salario per trasformazione del contratto da tempo pieno a tempo parziale vanno bloccati e gli interessati sia assegnato un ostegno economico a fondo pertuta con le modalità di un prestito rimborsabile gradualmente anche con prestazioni di lavoro in servizi di utilità pubblica e sociale."

1 commenti
RomaToday è in caricamento