Lunedì, 14 Giugno 2021
Sport

Zeman: "Torno oggi perché voglio bene alla Roma"

L'ad Baldini: "Zeman scelta ponderata. Ci siamo presi il tempo necessario ma non è una seconda o terza scelta". Il tecnico: "Dicono che sono cambiato? Mi sa che mi conviene dire di sì"

A volte ritornano, e allora eccolo di nuovo Zdenek Zeman in conferenza stampa da Trigoria e, dopo 13 lunghi anni, la nuova Roma "americana" torna al vecchio maestro boemo. In realtà il legame tra l'allenatore e la Roma non si è mai rotto: "Roma la sento come la mia città, vivo qui e sono molto contento di essere tornato."

C'è grande entusiasmo a Trigoria per la presentazione di Zeman. Molti tifosi si sono presentati al centro sportivo della Roma con maglie e striscioni dedicati al tecnico boemo; oltre ai tanti tifosi, è massiccia anche la presenza dei media.
 
La conferenza la apre il padrone di casa Baldini che mette subito le cose in chiaro: "Sgombriamo il campo dagli equivoci. Zeman non è una seconda o terza scelta. E' una scelta ponderata. Ci siamo presi il tempo necessario." E continua "Zeman  si merita questa chance perché è un allenatore che sa far divertire, e che l'anno scorso ha fatto innamorare una città."
 
La filosofia del tecnico boemo non è cambiata di una virgola: lavorare duro per fare un calcio che diverta i tifosi. Il suo viso inespressivo sembra sereno, felice di essere tornato a Roma. Dopo i bentornato dei giornalisti di chiara fede romanista, partono le domande tecniche da cui il nuovo allenatore giallorosso cerca di divincolarsi: "non vorrei parlare dei singoli, sono appena arrivato." Poi quando gli chiedono di Totti ecco ricoscere lo Zeman di sempre: "Totti? è un tesserato della Roma, e io lo gestirò come un calciatore, così come il resto della squadra." 
Il boemo sembra molto rilassato e sicuro delle sue grandi capacità di insegnare calcio e così quando gli chiedono se è cambiato, se è diventato un po più attento alla fase difensiva, ribatte come sempre con grande freddezza e ironia: "Dicono che sono cambiato? Mi sa che mi conviene dire di sì, ma in realtà non è vero. Preferisco costruire che distruggere. Vorrei che la mia squadra riuscisse ad avvicinare la gente e dare delle emozioni"
 
Zeman è tornato, e già dalla prima conferenza stampa si sente che qualcosa quest'anno sarà diverso. "Oggi il calcio non è più credibile, vogliamo vincere e divertire ma vogliamo anche dimostrare che il calcio si può fare con fair-play rispettando tutti."
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zeman: "Torno oggi perché voglio bene alla Roma"

RomaToday è in caricamento