rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Volley

Marta Bechis fa emozionare Roma: “Saluto la Capitale con gli occhi lucidi, ma di gioia”

Il toccante post social della giocatrice che ha guidato le Wolves nelle ultime due splendide stagioni

La nuova esperienza negli Stati Uniti è praticamente certa, ma Marta Bechis non poteva lasciare Roma con poche parole: è lei che, da capitano, ha guidato le Wolves alla promozione in A1 e poi allo storico raggiungimento dei play-off scudetto in quella che è stata una stagione emozionante come poche. L’esperta palleggiatrice torinese è stata ingaggiata dalla nuova LOVB, la League One Volleyball a stelle e strisce che ha intenzione di coinvolgere quante più stelle possibile. Marta Bechis ha affidato ai suoi account social un messaggio per ringraziare tutto l’ambiente romano, nella consapevolezza di aver lasciato un pezzo di cuore in questa città.

Ecco cosa ha scritto: “Quando si arriva alla fine di un bellissimo percorso, con delle notizie certe di saluto, non è mai facile trovare le parole giuste che descrivano le emozioni che si sono provate e che si continuano a sentire. I grazie sono doverosi, ma non scontati, perché ciò che ho vissuto a Roma non è stato comune. Ci sono stati alti e bassi, disillusioni e amore, rabbia e affetto, ma tutto questo perché l’ho vissuta intensamente dal primo all’ultimo giorno e forse ancora lo continuerò a fare per molto tempo”.

Il post prosegue: “Ho sempre visto Roma come una destinazione e non come una tappa di passaggio e per questo faccio molta fatica a salutarla, tuttavia lo faccio con il cuore pieno ed un sorriso malinconico sulle labbra. Non sono brava a dimostrare il mio amore (molti direbbero sei del nord, sei polare con abbracci e affetto) ma il calore romano mi ha fatto abbracciare e smussare i miei spigoli più appuntiti, fatto capire che il clacson è più un saluto che un avvertimento, che il traffico è un modo per socializzare (anche con i vicini di macchina!) e che il sarcasmo e la battuta sempre pronta sono un mantra del buon umore”.

L’ormai ex capitano della Roma Volley Club ha aggiunto: “Le persone che ho incontrato in questo cammino e con cui ho condiviso in parte o interamente questi due anni meravigliosi si sono rivelati una bellissima sorpresa ed hanno trovato sempre più spazio nel mio cuore. Un gruppo squadra e delle compagne diventate parte quotidiana del mio vivere nel quale dedizione, agonismo e alchimia erano il mantra giornaliero. Siete state meravigliose guerriere in grado di sacrificarsi e combattere fino alla fine, compagne di tante avventure e qualche sventura, dal quale è davvero difficile allontanarsi guidate da uno staff che ha saputo tirare ed allentare le redini in maniera consapevole ed attenta, senza farci mai mancare il sorriso”.

Infine gli ultimi ringraziamenti: “Non siete stati solo compagni di viaggio, guerrieri dall’armatura forte e spalle su cui sfogarsi. Siete stati molto di più.. amici profondi la cui confidenza e conoscenza ha reso quello che di solito chiamiamo ‘casa’ un luogo molto più vicino e sentito. Vorrei poi ringraziare la società per avermi onorato e responsabilizzato di un ruolo che ho provato a vestire nel miglior modo possibile, cercando di adempiere ai compiti anche più ingrati di avvicinare le parti per un bene comune, ma soprattutto vorrei ringraziare di cuore tutte le persone che hanno sempre creduto in noi, supportandoci ed incitandoci anche nei momenti meno felici. Gli occhi sono lucidi, ma di gioia, perché tutte queste emozioni, e molte di più, sono entrate come un uragano nel mio cuore e lì, vi assicuro, rimarranno per sempre! Mi avete regalato mille sfumature nuove di colore e, si sa, le cose belle non finiscono, ..si evolvono e si trasformano, pur rimanendo salde nel cuore!! Grazie per questi due anni indimenticabili, vi porto dentro con smisurato affetto”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marta Bechis fa emozionare Roma: “Saluto la Capitale con gli occhi lucidi, ma di gioia”

RomaToday è in caricamento