Volley Club Frascati, Speranza e l’Under 15 maschile: “Gruppo ha margini crescita”

“Questa è casa mia, ho vestito questa maglia negli anni d’oro e ho trovato esattamente ciò che mi aspettavo"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Frascati (Rm) – Avrebbe voluto riscattare sul campo il k.o. della prima giornata contro Marino. Ma l’Under 15 maschile del Volley Club Frascati non ha potuto farlo a causa dell’assenza dell’avversario nel match di domenica scorsa. A Frascati sarebbe dovuto arrivare l’Italo Svevo che invece, per motivi interni, non ha potuto presenziare alla sfida. I giovani tuscolani allenati da coach Orazio Speranza si sono “consolati” con una gara “in famiglia” in cui hanno mostrato la tanta voglia di giocare che c’era dopo il match della prima giornata. “A Marino le cose non sono andate male nel complesso – spiega l’allenatore dell’Under 15 maschile del Volley Club Frascati – Nel primo set ci è mancato qualcosa, poi nel secondo la squadra ha combattuto punto a punto fino ai vantaggi e anche nel terzo le cose non sono andate male. Tra l’altro di fronte c’era una squadra sicuramente valida che, assieme a San Paolo, è quella probabilmente più competitiva nel girone. Con le altre avversarie ce la possiamo giocare con maggiore fiducia, ma la cosa importante è pensare a crescere”. Questo è l’obiettivo dichiarato dell’Under 15 maschile, al di là dei possibili responsi del campo: “Riuscire ad accedere alla fase regionale sarebbe un grosso traguardo, ma i ragazzi devono pensare soprattutto a migliorare dal punto di vista tecnico. Questo è un gruppo che fa pallavolo in quasi tutti i suoi elementi da un anno ed ha ampi margini di crescita. I ragazzi si applicano e migliorano allenamento dopo allenamento: dal punto di vista fisico la squadra lavora tanto, anche se forse manca di qualche centimetro, mentre a livello caratteriale è nel mio dna dare un’anima ai gruppi che alleno e sono certo che anche questi ragazzi possono tirare fuori qualcosa”. Speranza conclude parlando del suo rientro a Frascati e anche della serie D che sarebbe stato consegnato nelle sue “mani” senza il blocco: “Questa è casa mia, ho vestito questa maglia negli anni d’oro e ho trovato esattamente ciò che mi aspettavo. Per ciò che concerne la serie D, ho sentito che ci sono spiragli per la ripartenza e spero che si possa trovare il modo di far partire anche quel campionato”.

Torna su
RomaToday è in caricamento