Martedì, 3 Agosto 2021
Sport

Basket, l’Acea riceve la visita di Brindisi: serve vincere

Coach Dalmonte: "Domani cominciano i nostri playoff, sarà importante difendere il fattore campo"

E l'ora dello sprint decisivo per l'Acea Virtus Roma, che domani alle ore 18,15 (diretta su Roma Radio) affronterà l'Enel Brindisi nel primo di quattro veri e propri spareggi playoff che chiuderanno la stagione regolare della squadra capitolina. Dopo lo stop in trasferta a Milano, la Virtus vuole tornare a correre davanti ai propri tifosi, ai quali domani si aggiungeranno i 400 ragazzi coinvolti con l'iniziativa "Porte aperte alle scuole medie!", che riguarda 4 istituti comprensivi del XV Municipio.

COME NEI PLAYOFF - Per l'Acea le prossime quattro partite contro Brindisi, Trento, Bologna e Cantù rappresentano una vera e propria serie playoff, per il valore delle avversarie e per la posta in palio, come sottolineato da Luca Dalmonte, allenatore della compagine capitolina: "Ci aspettano quattro partite che costituiscono una sorta di serie playoff , con questo atteggiamento dobbiamo cominciare questa serie domani sera contro Brindisi, con la consapevolezza che il fattore campo deve avere la priorità assoluta, sfruttarlo diventa la chiave di inizio per queste quattro gare".

TORNA SANDRI - La squadra è scesa in campo nella tarda mattinata per l'allenamento, assente Bobby Jones a seguito dell'infortunio rimediato domenica scorsa a Milano: lunedì il giocatore sarà sottoposto a un intervento chirurgico per ridurre la frattura del quarto metacarpo della mano sinistra. Buone notizie per Daniele Sandri, tornato a lavorare con il resto del gruppo dopo aver superato il problema alla caviglia che lo aveva fermato nelle gare precedenti. 

ROMA A VISO APERTO - All'andata i pugliesi si imposero con un perentorio 84-54 contro quella che è stata senza dubbio la peggior Virtus della stagione. Roma, però, punta l'obiettivo senza voltarsi indietro: "Brindisi è una squadra costruita e allenata bene, - prosegue Dalmonte - molto concreta e solida, che ha un sistema, un'organizzazione, giocatori di talento puro e di grande fisicità che a mio modo di vedere si sono integrati nel migliore dei modi. Ma al di là del valore dei nostri avversari, del rispetto che ho per la società, per la squadra e per i giocatori, per noi questa gara casalinga diventa un punto determinante di questa serie playoff anticipata che dobbiamo giocare nelle ultime quattro partite". Poi l'allenatore si sofferma sul tifo e sull'iniziativa "Porte aperte alle scuole medie!": "Avremo bisogno del calore del nostro pubblico, che per questa occasione sarà accompagnato da 400 bambini che spero si possano avvicinare sempre più alla pallacanestro. E' una bella iniziativa della società, mi auguro che possa regalare un paio d'ore di gioia ai ragazzi, oltre che regalargli una bella partita di basket".

QUI BRINDISI - Con ancora otto punti a disposizione, la squadra pugliese deve solo formalizzare la qualificazione ai playoff, forte del sesto posto e delle sei lunghezze di vantaggio sul gruppo formato da Cremona, Cantù e Bologna ed è ancora in corsa per migliorare il proprio piazzamento. Nell'ultimo mese ha raccolto ben tre vittorie su quattro gare contro Cantù, Varese e Pistoia, scivolando di misura nell'ultimo turno a Capo D'Orlando (66-65). Al Palazzetto dello Sport dovrebbero mancare Michael Eric e Demonte Harper, come annunciato dal coach Piero Bucchi, grande ex dell'incontro, che si aspetta "una maggiore responsabilità da parte di tutti gli altri ragazzi che stanno bene e, per fortuna, hanno lavorato benissimo". Il tecnico ha poi proseguito sottolineando che la Virtus è "una squadra in forma, che finita la Coppa ha fatto ottimi risultati. Sappiamo che sarà una partita importante e difficile contro una Roma intensa che difende bene".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket, l’Acea riceve la visita di Brindisi: serve vincere

RomaToday è in caricamento