menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Virtus si ritira. Roma senza basket in serie A

Il gruppo americano che sembrava vicino all'acquisto del club si è dileguato dopo aver fatto una comparsa in par terre nella gara dello scorso ottobre contro Pesaro

E' un fallimento di tutti, anche di Roma (intesa sia come città e che Comune). La Virtus Roma, la gloriosa squadra di basket della Capitale,  si è ritirata dal massimo campionato di pallacanestro. Cala così tristemente il sipario sulla storia della Virtus con il patron Claudio Toti, da 20 anni proprietario del club, che ha ritirato ieri la squadra dal campionato non avendo più la forza di sostenere da solo i gravosi impegni economici.

Cancellati gli anni d'oro. Sessant’anni di storia, una Coppa dei Campioni, uno scudetto e tanti cestisti di livello assoluto da Tony Parker, Carlton Myers, Dejan Bodiroga, Brandon Jennings,Gregor Fucka e Gigi Datome. Giusto per citare i più recenti.

Negli ultimi anni la proprietà, va detto, le aveva provate tutte per disimpegnarsi senza gettare al vento la società. L'accordo con James Pallotta prima e con Dan Friedkin poi non è mai stato trovato.  

Ora il club della Capitale potrà nella prossima stagione ripartire dal primo campionato a iscrizione libera a patto che qualcuno, per tenere viva l'affiliazione, onori le pendenze con la Federpallacanestro (600.000 euro tra tasse e multe). Difficile che accada. Le istituzioni che a chiacchiere si erano mostrate interessate alla sorta della Virtus Roma non hanno battuto ciglio e così Roma perde la serie A. Restano in A2 l'Eurobasket e la Stella Azzurra. 

Ecco il comunicato stampa della Federazione Italiana Pallacanestro: "La Federazione Italiana Pallacanestro prende atto con rammarico della volontà, da parte della dirigenza della società Virtus Roma, di rinunciare alla partecipazione al campionato in corso.

Impossibile non sottolineare il gravissimo danno di immagine arrecato non solo al campionato ma anche e soprattutto all’intero movimento, che in questo difficile momento vive dei sacrifici e della serietà di centinaia di società su tutto il territorio.

La stessa FIP, come da procedura, trasmetterà tutti gli atti al Giudice Sportivo affinchè possa assumere i provvedimenti di competenza".

Nella sua storia, la Virtus Roma ha vinto uno scudetto (1983), una Supercoppa italiana (2000), una Coppa dei Campioni (1984), una Coppa Intercontinentale (1984) e due Coppa Korac (1986 e 1992).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento