Virtus Divino Amore calcio: la carica di D’Amanzo

"Col Podgora ci giocheremo tanto”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Roma – Sarebbe servito un successo per ripartire dopo il k.o. di Marino. Invece la Prima categoria della Virtus Divino Amore non è andata oltre l’1-1 interno contro la Clembofal: non è bastato un rigore di Omar D’Amanzo, centrocampista offensivo classe 1991, per portare a casa l’intera posta in palio. “Abbiamo giocato un buon primo tempo, costruendo alcune buone occasioni da rete e passando in vantaggio con un penalty. Poi abbiamo concesso poco all’avversario, ma purtroppo il risultato è rimasto in bilico e nel secondo tempo, su una delle rare azioni offensive degli avversari, abbiamo subito il gol del pareggio. Nel finale, nonostante l’espulsione di Vallesi, abbiamo provato a vincere anche in inferiorità numerica, cogliendo un palo con Valerio Fagiolo e creando un’altra opportunità da calcio piazzato, ma non c’è stato verso di schiodare l’1-1”. Per D’Amanzo la situazione di classifica rimane aperta ad ogni soluzione: “Il Città di Pomezia ha pareggiato il suo match, mentre Nettuno e Grottaferrata hanno vinto: forse la rincorsa al primo posto è abbastanza complicata, ma abbiamo il dovere di provare a raggiungere la seconda o la terza piazza”. Nel prossimo turno la Prima categoria della Virtus Divino Amore sarà impegnata sul campo del Podgora che attualmente ha qualche punto in più rispetto alla “zona rossa” dei play out: “In questo campionato nessuno ti regala nulla e quindi sappiamo che ci sarà da battagliare anche stavolta. Dopo aver conquistato un punto nelle ultime due partite, comunque, sappiamo di avere un solo risultato a disposizione: dobbiamo interpretare questa gara come se fosse una sorta di ultima spiaggia”. La squadra capitolina, in ogni caso, potrà contare sulla vena realizzativa del centrocampista classe 1991: “Con il gol di domenica sono arrivato a nove reti stagionali e ho già superato il mio record personale in un solo campionato. Il gioco offensivo voluto dai mister Fabio Petruzzi e Andrea Fagiolo indubbiamente mi ha agevolato, ma spero di conquistare un piazzamento importante con la squadra” chiosa D’Amanzo.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento