Vicovaro calcio: Tajani è carico

"Bene col Certosa, vogliamo arrivare ai vertici”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Vicovaro (Rm) – E’ uno dei pesanti innesti dicembrini del Vicovaro. Filippo Tajani, centrocampista classe 1993, si è subito inserito nel gruppo di mister Orati e anche nel match di ieri è andato vicinissimo al sigillo personale, ma la traversa glielo ha negato. Gli arancioverdi, comunque, hanno dominato sul campo del Certosa chiudendo il 2019 con un perentorio 3-0 firmato dalla doppietta di Petrangeli e dal gol di Pangallozzi (altra “bomba” dicembrina): “Non era una gara semplice perché il Certosa è una squadra giovane che può creare delle difficoltà, ma siamo stati molto determinati nell’approccio – spiega Tajani – Già a metà frazione eravamo sul doppio vantaggio poi Petrangeli ha triplicato prima dell’intervallo: davanti abbiamo un potenziale offensivo notevolissimo, anche se la forza di questa squadra è il gruppo che è davvero speciale e che ha assolutamente agevolato l’ingresso di noi nuovi arrivati”. Il Vicovaro ha chiuso la prima parte di campionato al terzo posto con 29 punti, sei in meno della capolista La Rustica: “I distacchi in questo momento hanno un valore relativo – dice convinto Tajani – E’ chiaro che noi non possiamo più sbagliare, ma ci sono tanti punti a disposizione e nel girone di ritorno si apre sempre un nuovo campionato”. D’altronde lui a Palestrina ha festeggiato a maggio scorso la vittoria dei play off di questa categoria… “Sono tornato in Promozione, ma non lo reputo un passo indietro. A Palestrina ho lasciato una seconda famiglia e una società dove mi sono trovato benissimo, potevo rimanere anche nella massima categoria regionale, ma ho preferito approdare al Vicovaro sia per le ambizioni altissime di questa società sia perché qui c’è lo stimolo forte di poter essere protagonisti: vogliamo arrivare ai vertici della classifica. E poi qui c’è un ambiente incredibile, una piazza innamorata della squadra di calcio e dei tifosi che ci sostengono continuamente, anche durante la settimana”. Ora c’è la sosta, quasi un peccato visto il recente stato di forma del Vicovaro: “In questi giorni di festa lavoreremo con grande determinazione per farci trovare pronti alla ripresa delle attività ufficiali. Giocheremo il 5 gennaio col Passo Corese e il mercoledì successivo avremo il ritorno degli ottavi di finale di Coppa Italia sul campo della Novauto Pro Roma, quindi dobbiamo essere subito brillanti”.

Torna su
RomaToday è in caricamento