Virtus Divino Amore calcio, Ruggieri: "Domenica fondamentale vittoria"

"Ora la capolista"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Roma - La Virtus Divino Amore non molla. La squadra di mister Marco Magrelli rimane agganciata al secondo posto del girone G di Prima categoria per un finale di stagione davvero da brividi. Al fianco dei capitolini, infatti, ci sono Lavinio Campoverde e Real Velletri, mentre la capolista Airone Ardea ha quattro punti di vantaggio e sarà ospite al "Millevoi" domenica prossima. «Una gara in cui un pareggio servirebbe a poco - dice l'attaccante classe 1995 Matteo Ruggieri - Siamo consapevoli della forza dell'avversario che già all'andata mi fece un'ottima impressione e che sembra si sia rinforzato a stagione in corso, ma scenderemo in campo per fare bottino pieno e avvicinarci in classifica. Il punto, probabilmente, non ci aiuterebbe nemmeno nella corsa per l'eventuale secondo posto considerata l'agguerrita concorrenza». Nell'ultimo turno la Virtus Divino Amore ha trovato un successo fondamentale per 3-2 sul campo della Nuova Castelli Romani: dopo le reti di Maramao e Alessio Sciamanna, è stato proprio un gol di Ruggieri a cinque minuti dalla fine a certificare la vittoria degli ardeatini. «Una gara importantissima e tra l'altro molto complicata. Siamo andati sotto nel corso del primo tempo - racconta Ruggieri -, poi nella ripresa abbiamo pareggiato una prima volta e poi, dopo essere andati ancora sotto, abbiamo avuto la forza di impattare e ribaltare il risultato. Questo è un gruppo che non molla mai di un centimetro e anche stavolta ha dimostrato grande personalità. La mia rete? Probabilmente è stata la più importante di questo mio campionato, ma spero di poterne fare altre da qui alla fine della stagione». L'ex attaccante di Civitavecchia e Pro Roma, al quarto sigillo personale, è al primo anno di Prima categoria. «Motivi di studio mi hanno portato a prendere questa decisione, era impossibile conciliare i miei impegni personali con gli allenamenti. Qui ho trovato un ambiente appassionato e un gruppo di ottimi ragazzi» conclude Ruggieri.

Torna su
RomaToday è in caricamento