V. Divino Amore calcio, D’Alesio: "Cercheremo di onorare il finale di stagione"

Il verdetto finale della stagione degli Allievi regionali B della Virtus Divino Amore sembra ormai segnato

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Roma - Il verdetto finale della stagione degli Allievi regionali B della Virtus Divino Amore sembra ormai segnato. D'altronde non era semplice affrontare un campionato di livello con ragazzi al primo impatto in questa categoria, ma la squadra di mister Massimo D'Alesio non ha mai lesinato l'impegno. Se nel turno infrasettimanale giocato ieri c'è stata una netta sconfitta interna con l'Accademia Real Tuscolano dovuta anche a una formazione molto rimaneggiata, domenica scorsa gli Allievi regionali B si erano tolti finalmente la soddisfazione di vincere il primo incontro in campionato. E' accaduto sempre al Millevoi, nel match che ha visto la Virtus Divino Amore opposta al Guidonia, squadra tra l'altro di metà classifica. Un avversario per nulla semplice, ma evidentemente il gruppo capitolino ha fatto dei passi in avanti rispetto alla prima problematica parte di stagione. «Nel match di ieri non abbiamo potuto fare molto - commenta D'Alesio -, mentre domenica scorsa col Guidonia la squadra ha sfoderato un'ottima prestazione. Siamo andati anche sotto di una rete, ma grazie ai sigilli di Nicolò Ponte e di Alves siamo riusciti a ribaltarla centrando una vittoria che ha premiato lo sforzo e l'impegno di questo gruppo». Sullo stato d'animo con cui la Virtus Divino Amore affronterà questo finale di stagione, mister D'Alesio è abbastanza chiaro. «Il discorso sulla salvezza, onestamente, è difficile, se non impossibile. Ma al di là dei risultati, ci interessa onorare al meglio le ultime partite e cercare di muovere ancora la classifica, uscendo dal campo a testa alta». Nel prossimo turno, gli Allievi regionali fascia B della Virtus Divino Amore saranno impegnati a Frascati, sul campo di una squadra che non è così sicura di mantenere ancora la categoria. «All'andata abbiamo subito una beffarda sconfitta per 3-2 con la rete decisiva arrivata in seguito ad un infortunio dell'arbitro che comminò un cartellino rosso ingiusto al nostro portiere. Un k.o. che non abbiamo dimenticato e dunque proveremo a giocarci anche nella sfida di ritorno le nostre carte».

Torna su
RomaToday è in caricamento