Mercoledì, 23 Giugno 2021
Sport

Udinese-Lazio 2-0 | Biancocelsti ko: far west nel finale con rissa

Brutto ko in trasferta per la sfortunata squadra di Reja che, al Friuli, perde i pezzi (ko di Matuzalem e Biava) e perde la partita con i gol di Di Natale e di Pereyra. In chiave Champions però nulla è ancora perduto. Espulso Dìas

Nel posticipo della 35esima giornata di campionato l'Udinese vince per 2 a 0 contro la Lazio. Allo stadio Friuli la squadra di Edy Reja perde, per infortunio, nel primo tempo Francelino Matuzalem e Giuseppe Biava e resiste fino al 24esimo della ripresa quando Antonio Di Natale firma la vittoria per i bianconeri. Nel finale succede di tutto: gol di Pereyra, rissa, espulsione di Dìas e polemiche. Adesso, in classiffica, c'è una grande ammucchiata perché a quota 55 punti ci sono Udinese, Napoli, Inter e proprio la Lazio. Nulla è perduto. 

IL MATCH - Lazio senza lo squalificato Candreva e gli infortunati Brocchi, Hernanes, Klose, Lulic, Radu e Stankevicius. Al 3' Di Natale apre per Pasquale che salta Konko, va al cross e mette al centro per Fabbrini che conclude ma centra Biava, sul rimpallo Asamoah finisce a terra in area ma per l'arbitro non c'è fallo. Nell'Udinese Fabbrini si fa vedere molto andando a prendersi il pallone a metà campo, la Lazio invece si affida molto al filtro di centrocampo di Matuzalem e Ledesma. Al 18' destro di Pinzi da lontanissimo con il pallone che sfiora l'incrocio dei pali. Sarebbe stato un gol pazzesco. Lunghi fraseggi dell'Udinese, che dopo un avvio brillante adesso fatica a trovare spazi in avanti visto che la Lazio si chiude bene con organizzazione certosina. Al 27' Pinzi prova ancora il destro da fuori, Marchetti respinge. Lazio sfortunata perché nel giro di pochi minuti Reja è costretto a sostituire Matuzalem e Biava sostituiti da Cana e Diakitè. Al 40' cross di Konko, colpo di testa di Rocchi e splendida parata di Handanovic che svola a smanacciare in calcio d'angolo.

Nella ripresa Asamoah ci prova subito dalla distanza ma il tiro è fuori. La Lazio, incerottata e con molti rincalzi, tiene botta visto che i giocatori dell'Udinese sembrano avere la mira sballata come dimostrano i tiri potenti ma imprecisi di Di Natale e Basta. Al 22' è ancora Asamoah a provarci ma Marchetti è ben piazzato. E' l'Udinese a fare la partita e al 23' Domizzi fa 15 metri palla al piede e centra per Di Natale che in spaccata fredda Marchetti: Lazio sotto di un gol. Al 30' Pereyra va sul fondo e tocca indietro per Di Natale che prova l'esterno al volo ma non trova la porta. La Lazio non ne ha più e ci prova solo con la forza del cuore. Nel finale succede di tutto: si sente un fischio dagli spalti, Marchetti si butta a terra credendo che fosse il triplice fischio dell'arbitro e invece no, Pereyra ne approfitta e d'esterno da fuori area fa 2 a 0. Clamoroso finale. La Lazio protesta con veemenza con André Dìas che viene espulso. La dirigenza biancoceleste protesta così tanto che Igli Tare (alle mani con un dirigente dell'Udinese) e Stefano Di Martino (capo ufficio stampa Lazio) che entrano addirittura in campo. La squadra biancoceleste perde la testa: Marchetti spintona l'arbitro Bergonzi mentre Scaloni se la prende con il quarto uomo Giannoccaro.  Pessimo finale per la Lazio che perde la testa e la partita.

LE PAGELLE DEL MATCH

TABELLINO: UDINESE-LAZIO 2-0
Udinese (3-4-2-1): Handanovic; Benatia, Danilo, Domizzi; Basta, Pinzi, Asamoah, Pasquale; Abdi (14' st Pereyra), Fabbrini (27' st Fernandes); Di Natale (33' st Torje). A disp.: Padelli, Coda, Pazienza, Barreto. All.: Guidolin.
Lazio (3-4-2-1): Marchetti; Scaloni, Dias, Biava (42' Diakité), Garrido (25' st Kozak); Konko, Matuzalem (37' Cana), Ledesma, Gonzalez; Mauri; Rocchi. A disp.: Bizzarri, Zauri, Zampa, Alfaro. All.: Reja
Arbitro: Bergonzi
Marcatori: 24' st Di Natale (U), 46' st Pereyra (U)
Ammoniti: Matuzalem (L), Abdi (U), Fabbrini (U), Pinzi (U), Cana (L), Di Natale (U), Benatia (U), Scaloni (L)
Espulsi: Dìas (L)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Udinese-Lazio 2-0 | Biancocelsti ko: far west nel finale con rissa

RomaToday è in caricamento