Domenica, 14 Luglio 2024
Sport

Trasferte di campionato in treno: no ticket, no parti

Anche per la stagione oramai alle porte Trenitalia non ha previsto convogli speciali per i tifosi. La scorsa stagione con questa attività registrato un attivo di 180mila euro

No ticket, no parti. In occasione dell’avvio dei Campionati di calcio 2013/2014 Ferrovie dello Stato Italiane rilancia la campagna anti evasione nei confronti dei sostenitori che intendono seguire le partite della propria squadra senza pagare il biglietto. Trenitalia comunica che saranno, infatti, ammessi a bordo treno esclusivamente i passeggeri muniti di regolare titolo di viaggio.

POLITICA DI FERMEZZA - Per garantire un viaggio sereno e regolare ai propri clienti Ferrovie Italiane intende continuare la politica di fermezza e rispetto delle regole di viaggio da parte di tutti. Una scelta avviata dal Gruppo FS Italiane sin dai Campionati 2007/2008, in coordinamento con Polizia Ferroviaria, Prefetture e Questure.

RISPARMI PER L'AZIENDA - Politica aziendale che ha permesso l’allontanamento, da treni e stazioni, dei viaggiatori privi di biglietto e la denuncia di quanti tentavano di eludere i controlli. Positivi i risultati ottenuti: nell’ultimo anno, oltre cinquemila supporter trasportati con un attivo di 180mila euro, contro 1 milione e 827mila euro di costi registrati durante i Campionati 2006/2007 (stagione particolarmente critica su questo fronte) per l’allestimento di treni speciali e per i danni subiti.

TRENI SPECIALI - FS Italiane ricorda che, come già nelle passate stagioni calcistiche, non sono previsti treni speciali per gli spostamenti delle tifoserie. Su richiesta, è possibile invece l’organizzazione e l’effettuazione di treni charter.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasferte di campionato in treno: no ticket, no parti
RomaToday è in caricamento