Sport

Derby, Tommasi: "Spettacolo rovinato dal razzismo. Partita da fermare? Dipende"

A margine del "1/o seminario di Alto Livello sulla Legalità nello Sport" in corso nella Scuola Superiore di Polizia di Roma e promosso dal Ministero dell'Interno, Interpol e Figc il presidente dell'Assocalciatori non si nasconde

L'ignoranza di certi pseudo tifosi non ha limiti e a sottolinearlo ci ha pensato anche Damiano Tommasi, presidente dell'Assocalciatori, che ha commentato così i buu razzisti rivolti ieri al calciatore della Roma Juan nel corso del derby con la Lazio: "Purtroppo poche persone rischiano di rovinare uno spettacolo. È sempre la solita discussione: per la maleducazione di pochi ne pagano le conseguenze tutti. La presa di posizione da parte dei calciatori è stata chiara come sempre - ha comunque sottolineato Tommasi a margine del '1/o seminario di Alto Livello sulla Legalità nello Sport' in corso nella Scuola Superiore di Polizia di Roma e promosso dal Ministero dell'Interno, Interpol e Figc - La solidarietà della categoria è sempre all'altezza della situazione. Partita da fermare? Bisogna capire se è giusto fermare uno spettacolo a discapito di tutti oppure se è più giusto colpire quei pochi che si comportano in modo incivile".

Riguardo alla vittoria della Lazio: "È stato un derby segnato da subito dall'episodio del rigore. La Roma ha tenuto testa come all'andata anche in inferiorit… numerica poi ha vinto la squadra che ha spinto di più . Il rosso a Stekelenburg? È chiaro che la partita cambia ma finchè esiste questa norma è questo il provvedimento da prendere", ha concluso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Derby, Tommasi: "Spettacolo rovinato dal razzismo. Partita da fermare? Dipende"

RomaToday è in caricamento