Todis Lido di Ostia Futsal, Mastrodonato: "Onoriamo campionato fino all’ultimo"

Il Todis Lido di Ostia Futsal sta dando un'ulteriore dimostrazione di essere una grande squadra

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Roma - Il Todis Lido di Ostia Futsal sta dando un'ulteriore dimostrazione di essere una grande squadra. Dopo la fantastica cavalcata culminata lo scorso 11 marzo con la matematica certezza del salto in serie A2, i ragazzi di mister Roberto Matranga (una assoluta garanzia anche sotto questo aspetto) stanno continuando ad onorare il campionato. E per farlo stanno rispettando gli ultimi impegni che il calendario ha riservato loro: dopo la comoda vittoria esterna col fanalino di coda Venafro, il Todis Lido di Ostia Futsal ha battuto tra le mura amiche per 5-3 il Casoria grazie alla doppietta di Barra e ai gol di Fred, Cutrupi e Sordini. «Un successo meritato - sottolinea il presidente Sandro Mastrodonato, numero uno del club lidense assieme a Paolo Gastaldi - Siamo entrati in campo con la dovuta concentrazione e siamo sempre stati avanti nel punteggio. Poi nella ripresa abbiamo mantenuto il distacco maturato nel corso della prima frazione. Forse i giocatori avversari si aspettavano un Todis Lido di Ostia Futsal dimesso e pronto a concedere regali, ma questo non ci sembra l'atteggiamento giusto perché fare "favori" a qualcuno significherebbe fare torti ad altri che sono in lotta per lo stesso obiettivo. Per questo noi dirigenti abbiamo chiesto al gruppo di onorare fino all'ultimo la stagione perché questo dev'essere il nostro stile e anche in questo senso abbiamo avuto totale sintonia con mister Matranga». Che, di fatto, si può già considerare ufficiosamente l'allenatore del Todis Lido di Ostia Futsal anche per lo storico esordio in serie A2. «Finchè ci sarò io all'interno di questo club, farò di tutto per tenere Roberto con noi. La cosa non è ancora ufficiale, ma tra lui e il nostro club c'è un rapporto speciale e basta la parola» spiega Mastrodonato che ribadisce un concetto in vista dell'ultima gara di campionato col Ferentino. «Lo spirito dovrà essere lo stesso di queste ultime due gare: scendere in campo per onorare il nostro sport e il nostro primo posto. Tra l'altro vogliamo che la sconfitta di Marigliano alla prima di campionato resti l'unica di questa nostra indimenticabile stagione in serie B…».

Torna su
RomaToday è in caricamento