Todis Lido di Ostia Futsal, Matranga: "Peccato il pari col Ferentino"

"Che sia propedeutico"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Roma - Un mezzo passo falso, proprio prima della sosta di Natale. Lascia tanto amaro in bocca in casa Todis Lido di Ostia Futsal il 2-2 interno contro il Ferentino, maturato tra l'altro a poco più di trenta secondi dalla fine del match. Inutili i gol di Gioia e Fred con cui i lidensi di mister Roberto Matranga avevano chiuso la prima frazione sul punteggio di 2-1. «Sinceramente mi ero accorto che l'atteggiamento non era quello giusto già prima della partita - dice l'allenatore del Todis Lido di Ostia Futsal - e ai ragazzi avevo chiesto di non "rovinarci" il Natale. Qualche partita in questo sport l'ho vista e in una maniera simile ho perso anche una semifinale scudetto, quindi era chiaro che ci fosse nell'aria la beffa. Purtroppo abbiamo sciupato una serie incredibile di occasioni da rete, alcune proprio impossibili anche da raccontare, e alla fine abbiamo pagato». Matranga aggiunge una lettura particolare a questo 2-2 pre-sosta. «Ovviamente speravo di vincere, ma se avessi potuto scegliere un altro tipo di risultato, avrei optato per una cosa del genere: la caduta in una buca così, tra l'altro con un vantaggio di sei punti, può essere anche propedeutica. Ho sentito un mare di chiacchiere negli ultimi giorni e più di qualcuno ha ipotizzato addirittura che il campionato fosse già chiuso a nostro favore: a dicembre è una cosa assurda, mancano ancora 13 partite e nulla è scritto. Ora sarà importante capire come usciremo da questo risultato anche perché alla ripresa noi avremo il confronto interno col Marigliano che dovremo assolutamente vincere e in contemporanea si giocherà Brillante-Mirafin (vale a dire le dirette inseguitrici a quattro e sei punti, ndr)». Al di là dell'ultimo fastidioso mezzo passo falso, la prima parte di stagione del Todis Lido di Ostia Futsal va in archivio con grande soddisfazione da parte di tutto l'ambiente. «Il voto al gruppo è sicuramente alto, sinceramente non mi sarei mai aspettato di guidare il campionato con quattro punti di vantaggio alla sosta considerando tutto il lavoro di ricostruzione che abbiamo dovuto fare con un gruppo quasi totalmente rinnovato. Mi fa pensare il quarto posto nella classifica dei gol fatti: viste le occasioni che creiamo e i ragazzi che compongono il nostro organico, bisogna fare decisamente di più da quel punto di vista, ma nel complesso non possiamo che essere contento del lavoro di tutti» dice Matranga che conclude con augurio «di serene festività a tutti i miei colleghi di questo girone e ovviamente a tutto l'ambiente del Todis Lido di Ostia Futsal».

Torna su
RomaToday è in caricamento